Russia approva uso delle forze armate in Siria

0
1616

Il Consiglio della Federazione della Russia ha approvato all’unanimità l’uso delle forze armate del paese all’estero.

MOSCA (Sputnik) – La Camera alta del Parlamento  russo  mercoledì ha approvato l’utilizzo  all’estero delle forze armate del paese.

Aide Sergei Ivanov –  Amministrazione del Cremlino : Mercoledì ha dichiarato:

La decisione prevede solo l’uso delle Forze Aeree e non prevede alcuna operazione di truppe di terra,

“Stiamo parlando esclusivamente operazioni della Forza Aerea Russa, come il nostro presidente ha già detto, è escluso l’uso delle forze armate sulla terra per operazioni militari. L’obiettivo militare delle operazioni è esclusivamente il supporto aereo delle forze governative siriane nella loro lotta contro lo Stato islamico “.

Il presidente siriano Bashar Assad ha rivolto alla Russia una richiesta di assistenza militare;
Ivanov ha di conseguenza affermato a tutti i giornalisti :
“Vorrei informarvi che il presidente della Repubblica araba siriana si voltò verso la leadership del nostro Paese con la richiesta di fornire assistenza militare, quindi possiamo dire che il terrorismo deve essere combattuto, gli sforzi devono essere combinati, ma è ancora necessario osservare le norme del diritto internazionale “.

Il Cremlino informerà i partner stranieri della decisione presa dal parlamento per usare le forze armate russe all’estero,  attraverso i canali del ministero degli Esteri, e l’esercito farà lo stesso attraverso i loro canali.

Secondo Ivanov, la decisione è stata presa per aiutare la Siria e proteggere gli interessi russi.

“In primo luogo stiamo parlando della solo Siria  e non stiamo parlando di raggiungere alcuni obiettivi di politica estera, soddisfacendo alcune ambizioni che i nostri partner occidentali ci accusano di fare, perchè stiamo parlando solo degli interessi nazionali della Russia” .

Ivanov ha detto che le operazioni della Air Force sarebbero temporanee, ma non era in grado di dire esattamente quanto tempo sarebberodurate.

“Per quanto riguarda la linea temporale, l’operazione Air Force Russa, ovviamente, non può durare per sempre e ha un periodo di tempo definito, ma quale sarà il periodo di tempo per quanto riguarda il numero di giorni, quanti velivoli saranno utilizzati e quali armamenti saranno utilizzati dalla nostra Aeronautica, non posso dirlo in questo momento per ovvie ragioni “, ha detto Ivanov.

Commentando gli attacchi aerei condotti dalle potenze occidentali, Ivanov ha detto che non erano in linea con il diritto internazionale.

“Come tutti sapete molto bene, gli Stati Uniti … lanciano attacchi aerei sul territorio della Siria e Iraq, e forse in altri del Medio Orientale. Recentemente la Francia ha aderito ad analoghe azioni , l’Australia e una serie di altri nazioni stanno parlando della stessa cosa .. vorrei sottolineare che in questo delicatissimo contesto – queste azioni sono un’ elusione del diritto internazionale “.

Mercoledì Il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto preventivamente il permesso  del Consiglio della Federazione per utilizzare le forze armate russe all’estero.
Secondo l’ambasciata americana a Mosca, i leader degli Stati Uniti e la Russia hanno interessi comuni nella lotta contro l’ISIL in Siria e hanno deciso di creare un canale tra i settori militari dei paesi al fine di evitare qualsiasi malinteso durante le operazioni nella zona.
Il portavoce dell’ambasciata statunitense Will Stevens ha detto:
“Vorrei semplicemente ribadire che quando il Presidente [Barack] Obama ha incontrato il presidente [Vladimir] Putin, hanno convenuto che gli Stati Uniti e la Russia hanno un interesse comune nella lotta contro ISIL in Siria”,
“Tuttavia, la nostra posizione pone in chiaro che il presidente Assad non è un partner adatto per la lotta contro il terrorismo e l’estremismo in Siria. Non vi è alcun percorso sostenibile per la stabilità all’interno della Siria che coinvolge il presidente Assad tuttora al potere”.

Secondo Fox News citando un alto funzionario statunitense, la Russia ha chiesto che gli aerei americani lascino subito la Siria.

Tuttavia, fonti militari americane hanno detto a Fox News che i piani degli Stati Uniti non sarebbero conformi con la domanda russa. “Non c’è nulla che indichi che stiamo cambiando le operazioni sulla Siria”, ha detto un ufficiale della difesa di alto livello.

Russia, Iran, Iraq e Siria hanno recentemente creato un centro di informazione a Baghdad, al fine di coordinare la lotta contro lo Stato islamico.
Gli obiettivi principali del centro informazioni sono mirati a fornire informazioni sul numero di militanti IS, le loro armi, ei loro movimenti.

All’inizio di questa settimana, è stato comunicato che il nuovo centro dovrebbe iniziare le operazioni in ottobre o novembre e sarà guidato da ufficiali russi, siriani, iracheni e iraniani a rotazione di tre mesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.