OMS: pancetta, salsiccia rischio di cancro come le sigarette

0
1512

Pensi di vivere uno stile di vita sano, ora che hai smesso di fumare?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha una cattiva notizia per voi: gli studi dimostrano che i tuoi  salumi preferiti – pancetta, prosciutto, salsiccia  – possono essere cancerogeni come le sigarette.

Il legame tra carne lavorata e il cancro è stata una questione di disputa da un bel pò di tempo ed ora l’OMS può mettere il termine fine sulla questione mettendo pancetta, prosciutto, salsicce nella lista delle sostanze cancerogene.
Il rapporto uscirà Lunedi, e potrebbe anche essere una cattiva notizia per le carni fresche rosse.
L’Agenzia internazionale dell’OMS per la ricerca sul cancro ha classificato le carni lavorate, l’amianto e le sigarette come la maggior fonte cancerogena.

Una ragione potrebbe essere l’haem, il composto che dà alla carne rossa il suo colore – purtroppo può danneggiare il rivestimento dell’intestino.
Inoltre le sostanze cancerogene si  possono  formare quando la carne viene conservata per un periodo di tempo più lungo tramite il fumo, salatura o aggiunta di conservanti.
Un’altra causa potrebbe essere la tendenza dei mangiatori di carne a mangiare meno cibi a base vegetale che proteggono contro il cancro.
Secondo alcuni studi, il consumo di carne con verdure o una dieta ricca di fibre riduce l’aumento del rischio di cancro.
Tuttavia, alcuni scienziati restano scettici.
“E ‘importante sottolineare che la dimensione dell’effetto è relativamente piccolo, e il meccanismo è poco definito – “lo  ha detto il dottor Ian Johnson, presso l’Istituto di ricerca alimentare Emeritus Fellow – tutto questo è stato riportato dal the Telegraph.
“E ‘certamente molto strano paragonare un qualsiasi effetto negativo della pancetta e salsicce a contribuire al  rischio di cancro intestinale con il paragonare i pericoli del fumo di tabacco caricato con sostanze chimiche cancerogene note oltre che aumentare di circa 20 volte il rischio di cancro al polmone nei fumatori di sigarette . ”
“Evitare la carne rossa nella dieta non è una strategia di protezione contro il cancro”, lo ha detto il professor Robert Pickard, professore emerito di Neurobiologia presso l’Università di Cardiff.
“Le priorità per la prevenzione del cancro rimane la cessazione del fumo, il mantenimento del peso corporeo normale ed evitare una grande quantità di alcol.”
Per quel che vale, mangiare carne meno elaborata sarebbe una buona misura precauzionale.
Il WCRF raccomanda che le persone possono ridurre il loro rischio di cancro dell’intestinale mangiando non più di 500 g (peso cotto) di carne rossa a settimana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.