Eni e BG Group : Giacimento Kazakistan – possibile multa da 2 mld USD

0
2472

Secondo le notizie rilasciate da Bloomberg  la Joint Venture concessionaria dello sfruttamento del giacimento di idrocarburi kazako di Karachaganak  si vedrà recapitare una multa da 2 miliardi di dollari dal governo kazaco.

Kazakhstan-BG-and-ENI-web

La multa scaturirebbe dal mancato rispetto di alcune clausole previste nel contratto.

Molti analisti esprimono fattivamente l’ipotesi che dietro ci sia anche una motivazione politica: il Kazakistan, come tutte le nazioni produttrici di idrocarburi, soffre anche a livello di bilancio statale del crollo dei prezzi e di conseguenza potrebbe aver deciso di tenere un atteggiamento più rigido nei confronti delle aziende petrolifere dello sfruttamento qualora non rispettino in maniera scrupolosa quanto previsto nei contratti di concessione.

In sostanza il Kazakistan vuole scaricare sulle società concessionarie dei giacimenti di idrocarburi le perdite causate dal crollo del prezzo del petrolio.

Inutile ricordare che il crollo del prezzo del petrolio colpisce  soprattutto negli Stati Uniti — l’industria innovativa dello shale oil e dello shale gas che hanno costi di produzione più alti rispetto alle fonti tradizionali – necessitando quindi di prezzi elevati.
In definitiva la strategia occidentale della guerra commerciale contro la Russia e i suoi alleati si sta dimostrando sempre di più una guerra di logoramento dove entrambi i concorrenti subiscono perdite.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.