Ideatore Attacchi a Parigi Attualmente in Siria, lo dicono gli investigatori

0
1723

Notizie contrastanti in Belgio per quanto riguarda l’arresto di Saleh Abdeslam, ottavo terrorista che è fuggito a Parigi dopo gli attacchi.
Gli investigatori dicono che il cittadino belga Abdelhamid Abaaoud, mente degli attacchi, è attualmente in Siria.
Il PM francese avverte che possono accadere altri attacchi in Francia e in altri paesi europei.
Altri due aggressori sono stati identificati.
Il cittadino belga Abdelhamid Abaaoud è la mente degli attentati terroristici di Parigi ed è attualmente in Siria, fonti vicine alle indagini lo hanno detto a Reuters questo Lunedi.mappa attentati

Nel frattempo, ci sono state voci contrastanti sull’arresto di Saleh Abdeslam, il terrorista otto Stato islamico che è fuggito Parigi dopo gli attacchi mortali di venerdì ed è stato il bersaglio di una massiccia caccia all’uomo.
Mentre RTL belga ha riferito che Abdeslam, 26 anni, è stato arrestato durante un raid nel quartiere di Molenbeek di Bruxelles, la RTBF controllata dallo stato nega la notizia.
La notizia arriva dopo che la polizia francese ha fatto irruzione durante la notte nelle abitazioni di sospetti militanti islamici in tutto il paese a seguito della sparatoria di Parigi, e come il primo ministro francese Manuel Valls ha avvertito di possibili nuovi attacchi.
Valls ha detto che da questa estate, i servizi segreti francesi avevano impedito cinque attacchi.
“Sappiamo che molti attacchi sono in preparazione, e non solo contro la Francia, ma anche nei confronti di altri paesi europei”, ha detto alla radio Valls RTL.

Il procuratore francese Francois Molins ha detto che le impronte digitali di uno dei kamikaze dietro gli attacchi allo Stade de France di Parigi sono le stesse di un uomo registrato in Grecia nel mese di ottobre.
“In questa fase, mentre l’autenticità di un passaporto a nome di Ahmad al Mohammad, nato 10 settembre 1990 a Idlib, Siria, deve essere verificata, ci sono somiglianze tra le impronte digitali del kamikaze e quelle prese durante un controllo in Grecia nel mese di ottobre “, lo ha detto il procuratore di Parigi in un comunicato.

Il procuratore ha anche detto che un secondo attentatore presso la sala concerti Bataclan era stato identificato.
Il procuratore lo ha identificato come un uomo di 28 anni di nome Samy Ammour proveniente da Drancy, a nord di Parigi, e ha detto che era noto alle unità anti-terrorismo dopo essere stato posto sotto inchiesta e controllo giudiziario per aver tentato di andare in Yemen.
È scomparso nell’autunno del 2013 e  un mandato di arresto internazionale è stato emesso su di lui.
“Cinque dei terroristi uccisi sono stati identificati” lo ha detto il procuratore aggiunto.

Meanehile, polizia belga ha effettuato una nuova incursione nel quartiere di Bruxelles del Molenbeek questo Lunedi, emittente statale RTBFlo  ha detto sul suo sito web.

“Un gran numero di poliziotti ha lanciato un raid su un edificio di Rue Delaunoy”.

Il povero quartiere di Molenbeek è stato al centro delle ricerche per gli attacchi dei militanti a Parigi durante il fine settimana, dopo che è emerso che due degli attentatori avevano vissuto nella zona.

110 perquisizioni

Fonti della polizia hanno detto a Reuters che le autorità hanno condotto almeno 110 perquisizioni domiciliari in città tutta la Francia durante la notte.
Ci sono stati 23 arresti a seguito delle incursioni e 104 persone sono agli arresti domiciliari, il ministro degli Interni francese Bernard Cazeneuve, lo ha dichiarato.
Una di queste ricerche, nel sobborgo parigino di Bobigny, faceva parte delle indagini giudiziarie sugli attentati nello stadio di calcio, bar e una sala da concerto e dove almeno 129 persone sono morte.
Il bilancio delle vittime è salito a 132  Domenica, ma i rapporti di Lunedi hanno riportato che  l’aumento potrebbe essere stato un errore di conteggio.
I Media francesi hanno detto che la polizia ha fatto irruzione anche a case in Tolosa, Grenoble e Bobigny.
“Stiamo facendo uso del quadro giuridico dello Stato di emergenza per interrogare le persone che fanno parte del movimento jihadista radicale … e tutti coloro che sostengono l’odio della repubblica”, ha detto Valls.
Venerdì scorso, tre squadre di uomini armati coordinati e kamikaze effettuati l’ondata di attentati tutta Parigi in quello che il presidente Francois Hollande ha chiamato un “atto di guerra” da parte dello Stato islamico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.