Google : Vuole Mettere Tutti i Nostri Ricordi in un Database

0
1925

Google ha iniziato un lento ma inesorabile percorso tecnologico che mira a registrare una copia virtuale di ognuno di noi su cloud web… o coscienza virtuale.

Presto sarà possibile registrare le nostre esperienze attraverso dispositivi indossabili per salvarle in cloud e “richiamarle alla memoria” quando preferiamo.

Intelligenza artificiale  – come suggerisce il nome è usata per aggiungere l’intelligenza ai non viventi (almeno per come lo intendiamo noi esseri umani).

Humai sta usando questa e delle nanotecnologie per salvare i ricordi delle persone, il loro  pensieri e comportamenti.
Questo progetto si prefigge di salvare i dati  dal cervello del defunto o di un essere umano per poi   codificarli tramite numerosi sensori che a loro volta li invieranno agli organi artificiali.

Il fondatore di Humai, Josh Bocanegra ha detto alla rivista australiana Popular Science: “Accetto la morte, io non ho paura di essa perché  non sono sicuro al 100% che ho intenzione di morire un giorno.”

Così, hanno detto sulla loro pagina ufficiale di Facebook :
“La morte sarà sempre inevitabile? Noi non la pensiamo così. ”

La società di alta tecnologia afferma inoltre che la tecnologia di clonazione della scienza sarà in grado di ripristinare lo stato di piena salute ad un cervello che si degrada per la vecchiaia.
La loro visione sul sito web è :
“Humai è un’azienda AI con la missione di reinventare l’aldilà. Vogliamo portare in vita dopo la morte. ”

Mentre parlavo con australiano Popular Science Bocanegra ha detto che il cervello dei morti sarà congelato utilizzando la tecnologia crionica e quando la loro tecnologia sarà completamente sviluppata e pronta, si incorporerò l’osso congelato di nuovo, ma in un corpo artificiale, che sarebbe pienamente in grado di vivere come il defunto era abituato.

Potere della mente sul corpo è sempre stato apprezzato da tutti coloro che realmente capiscono il corpo umano.
Il cervello del defunto invierà onde al corpo come una volta, nel corpo stesso della persona umana.
Inoltre, poiché il corpo artificiale non invecchia, ma il cervello lo fa, la nanotecnologia sarà usata per riparare e migliorare le cellule cerebrali morte.

L’Amministratore Delegato, Bocanegra ha detto:
“Non penso a come combattere la morte. Penso a come far diventare la morte opzionale.
Io personalmente non riesco a immaginare il perché qualcuno voglia morire, ma io rispetto i desideri di tutti. ”

Il fatto più sorprendente di Humai è che si compone di cinque membri.
Due di loro sono ricercatori, uno è un ambasciatore e un esperto di AI.

Questa non è la prima volta che qualcuno ha iniziato a parlare di portare in vita i morti.
In precedenza,  Paranormal Games ha iniziato a lavorare su un gioco in cui i morti potrebbe virtualmente tornare e il gioco  consiste nel riunire i giocatori con i loro familiari e amici deceduti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.