Crisi economica per Daesh

0
1582

Daesh vuole dimezzare gli stipendi dei suoi combattenti in Siria e in Iraq, come ha indicato martedì l’Osservatorio siriano per i Diritti Umani (OSDH).

Secondo l’OSDH, “nessuno sarà esente dal provvedimento, qualsiasi posizione ricopra, ma la distribuzione di beni alimentari continuerà come sempre due volte al mese”.

I salari verrebbero ridotti da 400 a 200 dollari per i combattenti locali, mentre quelli stranieri, che guadagnano il doppio rispetto ai compagni siriani, vedranno lo stipendio abbassarsi a 400 dollari.

La crisi finanziaria di Daesh può essere spiegata dall’intensificarsi dei raid aerei da parte delle forze di coalizione guidate da Stati Uniti e Russia sulle infrastrutture petrolifere che il gruppo controlla in Siria e Iraq.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.