Sulla lista dei ricercati dall’FBI la terrorista dell’attentato alla pizzeria Sbarro di Gerusalemme

0
1063

Scarcerata da Israele con il ricatto, è diventata una star della “lotta armata” che nelle interviste ripete: “Lo farei di nuovo”

Ahlam Tamimi, la terrorista condannata per aver contribuito a realizzare l’attentato suicida nel ristorante Sbarro di Gerusalemme del 2001, è stata aggiunta alla lista dei terroristi più ricercati dall’FBI.

Di conseguenza, il governo degli Stati Uniti ha inoltrato al governo giordano l’ordine di arresto con richiesta di estradizione a carico di Tamimi. Lo hanno comunicato martedì sera l’assistente del Procuratore Generale per la sicurezza nazionale Usa, Mary B. McCord, e l’assistente del Direttore dell’Ufficio FBI di Washington, Andrew Vale, descrivendo Tamimi come una “terrorista non pentita”.

Il 9 agosto 2001 Tamimi, una giornalista televisiva con cittadinanza giordana, accompagnò l’attentatore suicida Izz al-Din al-Masri Shuheil al ristorante di Gerusalemme che lei stessa aveva perlustrato in precedenza.

Al-Masri nascondeva in una chitarra un ordigno esplosivo pieno di chiodi, dadi e bulloni, e fece esplodere la bomba nel ristorante all’ora di punta causando 15 morti e 122 tra feriti e mutilati.

Per il ruolo svolto nell’attentato, rivendicato da Hamas, Tamimi venne condannata nel 2003 dalla giustizia israeliana a 16 ergastoli, ma otto anni dopo, nel 2011, venne scarcerata nell’ambito del ricatto di Hamas per la liberazione dell’ostaggio israeliano Gilad Shalit.

Dopo la scarcerazione e il suo trasferimento in Giordsnia, Tamimi è diventata una sorta di star della televisione e un’acclamata icona della “lotta armata” contro Israele. Nelle interviste, ha più volte ripetuto: “Lo farei di nuovo”.

In un’intervista Tamimi ha dichiarato: “Fu un atto calcolato, condotto con convinzione e fede in Allah. Un guerriero della jihad è sempre pronto al martirio, alla detenzione e a portare a compimento con successo la missione. Sono riuscita a superare il carcere e sono stata rilasciata. Di che cosa dovrai pentirmi?”.

L’attentato alla pizzeria Sbarro di Gerusalemme (9 agosto 2001)

“Al-Tamimi – ha affermato McCord – è una terrorista che ha ammesso il proprio ruolo in un sanguinoso attentato terroristico che ha ucciso e ferito numerose vittime innocenti, e non manifesta alcun segno di pentimento. Nell’attentato rimasero uccisi due cittadini americani, e altri quattro furono feriti.

Il caso reso oggi di pubblico dominio serva a ricordare che non dimentichiamo mai quando cittadini americani vengono presi di mira dai terroristi in qualunque parte del mondo, e che continueremo ad adoperarci perché costoro siano chiamati a risponderne davanti alla giustizia”.

Tuttavia, i tribunali giordani hanno stabilito che, in base alla costituzione della Giordania, è proibito estradare cittadini giordani. Proprio per esercitare pressione sul governo giordano, Tamimi è stata aggiunta alla lista most wanted dell’FBI.

“La terrorista Ahlam Tamimi ha partecipato a una terrificante strage di civili, bambini compresi, e non ha pagato per questo – ha detto Nitsana Darshan-Leitner, della ong Shurat HaDin che rappresenta davanti ai tribunali le vittime del terrorismo e le loro famiglie – Ci eravamo opposti alla sua scarcerazione dal penitenziario israeliano; ora ci aspettiamo che sia costretta ad affrontare un processo davanti a un tribunale americano, che la condannerà. Mi auguro che la corte agisca nei suoi confronti con la massima severità prevista dalla legge”.

(Da: YnetNews, Israel HaYom, Times of Israel, JerusalemOnLine, 15.3.17)

Clicca l’immagine per vedere il video (con traduzione in inglese e in italiano) di un’intervista del 2012 dove la terrorista Ahlam Tamimi si compiace apertamente dell’alto numero di vittime civili causate

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.