RELAZIONE ROBOT – UOMO

0
1123

L’evoluzione tecnologica nel mondo della robotica è incentrata sulla replicazione delle funzioni e capacità  di un sistema organico chiamato UOMO in un sistema macchina chiamato ROBOT.

Le ricerche si sono focalizzate sulla replicazione dei processi mentali e delle capacità percettive umane.

Le capacità motorie sono focalizzate nell’immediato utilizzo nel campo militare offensivo!

Per poter avvicinare il mondo robotico a quello umano servono “emozioni” !!!

Credere che sia impazzito ?

Bene … allora riflettiamo su un semplice fatto :

Senza una corretta interpretazione delle emozioni e capacità sensoriali non si può creare un’interfaccia Macchina – Uomo realmente funzionante.

La macchina sarà sempre un “pezzo di ferro” che scimmiotta un essere umano in cui le tempeste emozionali condizionano la sua esistenza e risposta sociale fino a quando non sarà in grado di vivere tali “emozioni”.

Anche il semplice gesto di stringere la mano  tra due persone, implica un insieme di percezioni complicatissime , tipo…..

  • Stringe ?
  • è lascivo ?
  • la mano è sudata ?
  • scechera la stretta ?
  • è persistente ?
  • è crescente il vigore ?
  • evita il contatto- stretta fugace ?
  • la mano non viene avvolta intorno a quella de suo interlocutore ?
  • ecc….
  • Immagine correlata

Il semplice fatto di percepire queste basilari ….. sensazioni implica un insieme di tecnologie avanzatissime.

Molti laboratori internazionali stanno sviluppando prototipi di pelle sintetica elastica in grado di percepire il livello di vibrazione, tensione, calore, igroscopia, ecc….

La macchina che entra in “CONTATTO” con l’uomo deve tenere in considerazione un’infinità di parametri che solo “l’evoluzione esperenziale” può donare.

Come un alieno in un mondo totalmente estraneo, la macchina deve creare una base esperenziale basata su regole umane.

Cosa significa …… semplice.. pensate ad un laboratorio scientifico del 800… tutto era novità … sezionavano, sperimentavo l’effetto delle correnti, la riproduzione tra generi …. ecc…..

Ora un robot non può …stritolare la mano di un uomo … staccargli la testa per vedere come funziona… ecc…. per cui la sua esperienza ed evoluzione sarà sempre vincolata alle esigenze sociali umane….. ed alle regole a lui imposte dal suo creatore.

Dato per scontato la possibilità di un’autonoma evoluzione e riproduzione cibernetica, presto le capacità cognitive “sociali” del sistema robot sovrasteranno le capacità umane.

La possibilità di generare nuovi processori ibridi su base evolutiva “cibernetica” comporterà la creazione di un nuovo ecosistema dotato di proprie regole, capacità comunicative ed evolutive svincolate dal fattore tempo e immaginazione.

Ciò che serve ad un sistema di AI e la spinta iniziale evolutiva….

Esattamente ciò che ha portato l’uomo ad evolvere…. Superare il limite delle sue esperienze locali e la necessità di far fronte a stimoli esterni.

Il fattore sopravvivenza e perpetuazione della specie nell’ambito umano  può essere tradotto in necessità di evoluzione infinita nel mondo macchina.

Dal mio punto di vista c’è un fattore che io chiamo “GHOST” .. tradotto in termini umani “ANIMA” che discriminerà i due mondi fino a quando un evento X non creerà un SIMBIONTE che darà una spinta propulsiva nel nostro mondo ed in tutti gli altri raggiungibili in futuro.

Tale fattore “GHOST” potrà essere metabolizzato nell’elemento cibernetico  solo nel momento in cui la MACCHINA  potrà evolvere verso una forma empatica di comunicazione universale.

Tale empatia le permetterà di relazionarsi con l’intero universo in chiave … migliorativa ed evolutiva, senza necessariamente trasformarsi in un predatore infinitamente affamato.

La società cibernetica non avrà vincoli individualistici perché la coscienza sociale è indice di evoluzione collettiva.

Non esistendo forme di competizione, aggressività, forme degenerative comportamentali e funzionali il sistema nel suo insieme agirà come un organismo unico capace di creare a sua volte….. nuove forme di VITA!

Immagine correlata

riproduzione vietata

© 2017 debuglies.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.