I paesi che hanno una politica di vaccinazione contro la tubercolosi (BCG) hanno una crescita significativamente più lenta dei casi e dei decessi di COVID-19

0
618

Se gli Stati Uniti fossero stati vaccinati contro la tubercolosi obbligatoria diversi decenni prima, il numero totale di decessi correlati al coronavirus potrebbe non aver raggiunto le tre cifre entro la fine di marzo.

In effetti, secondo un nuovo rapporto dell’Università del Michigan, gli Stati Uniti avrebbero subito una stima di 94 morti, che sarebbero stati solo il 4% del bilancio delle vittime effettivo di 2.467 in questo paese il 29 marzo.

Il rapporto – intitolato “La vaccinazione Mandill Bacillus Calmette-Guérin (BCG) prevede curve appiattite per la diffusione di COVID-19″ – è un’analisi dei rapporti giornalieri sui casi di COVID-19 e sui decessi correlati in oltre 50 paesi.

I ricercatori affermano che i paesi che hanno una politica attuale che impone la vaccinazione contro il BCG, un vaccino contro la tubercolosi, hanno una crescita significativamente più lenta di entrambi i casi e dei decessi, rispetto a tutti gli altri paesi.

L’articolo di prestampa, che è attualmente in fase di revisione, si basa su prove preliminari che la vaccinazione con BCG – in genere somministrata alla nascita o durante l’infanzia – offre un effetto protettivo di lunga durata non solo contro la tubercolosi ma anche contro varie altre malattie infettive.

Il BCG può essere efficace quando una parte sostanziale della popolazione è resa resistente a un virus.

Vale a dire, la diffusione del virus può essere rallentata solo quando c’è “immunità da gregge” che impedisce al virus di diffondersi facilmente in tutta la popolazione, ha affermato Martha Berg, autrice principale dello studio e studente laureato in psicologia della messaggistica unificata.

Berg e colleghi hanno analizzato le segnalazioni quotidiane di casi confermati e decessi durante un periodo di 30 giorni, modellando le differenze tra le curve di crescita nei paesi che hanno imposto le politiche BCG almeno fino a poco tempo fa (come Brasile, Irlanda, Francia e India) e paesi che lo fanno no (come Stati Uniti, Italia e Libano).

Questo mostra un grafico dallo studio
Lo studio ha inoltre osservato che la vaccinazione può essere vista come un atto prosociale. L’immagine è accreditata ai ricercatori.

Mentre il nuovo rapporto contribuisce alla ricerca sulle vaccinazioni contro la tubercolosi, ha anche rilevato alcune limitazioni; ad esempio, alcuni paesi potrebbero disporre di dati di qualità migliore riguardo al numero di casi e decessi di coronavirus rispetto ad altri.

Inoltre, poiché BCG viene somministrato all’inizio della vita, non è chiaro se la vaccinazione potrebbe essere efficace quando somministrata agli adulti né per quanto tempo potrebbe fornire l’immunità a COVID-19.

“Inoltre, non è chiaro se BCG potrebbe avere effetti negativi se somministrato a quelli già infetti da COVID-19″, ha detto Berg.

“Vi è un urgente bisogno di studi clinici randomizzati.”

Lo studio ha inoltre osservato che la vaccinazione può essere vista come un atto prosociale. Le persone che non sono state vaccinate possono essere protette fintanto che lo sono altre persone, specialmente negli Stati Uniti, che non impongono il BCG.

“Le norme culturali che enfatizzano gli orientamenti interdipendenti prosociali possono rivelarsi cruciali per il successo di BCG nella prevenzione di futuri focolai di COVID-19 “, ha affermato Berg.

I co-autori dello studio sono studenti laureati in psicologia della messaggistica unificata Qinggang Yu, Cristina Salvador e Irene Melani e il professore di psicologia Shinobu Kitayama.


A gennaio, il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che la sua “più grande preoccupazione” è stata la diffusione di COVID-19 in paesi con fragili sistemi sanitari.

Sebbene paesi come India, Filippine, Sri Lanka, Cambogia, Tailandia, Vietnam e Nepal abbiano segnalato i loro primi casi confermati del virus SARS-CoV-2 a gennaio, non sono stati riportati esempi diffusi di diffusione della comunità.

Di fatto, contrariamente a tali aspettative / previsioni giustificate, il 13 marzo 2020 l’OMS ha dichiarato che “l’Europa è ora diventata l’epicentro della pandemia, con più casi segnalati e morti rispetto al resto del mondo messi insieme”.

Anche se siamo ancora nel mezzo di questa nuova pandemia di coronavirus e la situazione potrebbe cambiare drasticamente nei prossimi giorni, il numero sproporzionatamente ridotto di casi segnalati da paesi svantaggiati / a basso reddito rimane sconcertante.

Ipotizziamo che le politiche generali di vaccinazione contro il BCG adottate da diversi paesi potrebbero aver influito sugli schemi di trasmissione e / o sulla morbilità e mortalità associate a COVID-19.

Di solito, un vaccino fornisce protezione da un determinato agente patogeno, inducendo meccanismi effettori diretti a quel patogeno. Tuttavia, alcuni vaccini vivi attenuati come il Bacillus Calmette – Guerin (BCG), un ceppo attenuato di Mycobacterium bovis, forniscono protezione non solo a un agente patogeno specifico, ma anche contro agenti patogeni non correlati, alcuni dei quali causano infezioni acute del tratto respiratorio. [1] , [2], [3], [4], [5], [6], [7]

Si ritiene che il meccanismo alla base della protezione non specifica indotta dalla vaccinazione BCG sia mediato dall’induzione della memoria immunitaria innata, o “immunità addestrata, come è stato proposto per la prima volta da Netea e dai suoi collaboratori. [8]

Gli agenti che inducono l’immunità all’addestramento riprogrammano le cellule staminali ematopietiche del midollo osseo e i progenitori multipotenti attraverso cambiamenti epigenetici e metabolici, risultando in una risposta più solida nelle cellule immunitarie innate differenziate, dopo l’incontro con un patogeno. [8], [9]

Di interesse, in uno studio randomizzato controllato con placebo sull’uomo, è stato dimostrato che la vaccinazione con BCG induce la riprogrammazione epigenetica nei monociti, conferendo protezione contro l’infezione sperimentale con un ceppo di vaccino attenuato del virus della febbre gialla [10].

Sulla base di queste osservazioni, abbiamo ipotizzato che i paesi che continuano i programmi di immunizzazione con BCG avrebbero contenuto la diffusione di questo nuovo coronavirus meglio di quelli che non avevano o avevano cessato i loro programmi nazionali di vaccinazione con BCG.

Per verificare la validità di questa ipotesi, abbiamo confrontato il numero di casi e decessi per milione di persone provenienti da 40 paesi con almeno 500 casi in base al loro stato di vaccinazione BCG (Figura 1 e Tabella 1).

I numeri dei casi per milione di persone nei paesi con un programma nazionale di vaccinazione contro il BCG erano statisticamente significativamente più bassi di quelli che non avevano o hanno cessato i loro programmi nazionali di vaccinazione con BCG (P <0,0001).

Poiché i numeri dei casi dipendono dalla capacità di test SARS-CoV-2 di ciascun paese e potrebbero non essere rappresentativi della portata reale dell’epidemia regionale, abbiamo anche confrontato il numero di decessi per milione.

I risultati hanno mostrato che i decessi associati a COVID-19 relativi alla dimensione della popolazione erano statisticamente significativamente più bassi nei paesi con un programma di vaccinazione BCG nazionale rispetto a quelli che non avevano o hanno cessato i loro programmi di vaccinazione BCG nazionali (P <0,0058).

Il paese più colpito con il maggior numero di vittime è stato l’Italia, che storicamente non ha mai avuto una politica nazionale di vaccinazione contro il BCG per tutti. Coerentemente, anche l’Italia registra tassi di mortalità più elevati rispetto ad altri paesi.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc. Il nome dell'oggetto è gr1_lrg.jpg
Figura 1
Confronto tra numero di casi / milioni e decessi / milioni di persone tra paesi che seguono un programma nazionale di immunizzazione BCG e quelli che non hanno avuto o hanno cessato i loro programmi nazionali di vaccinazione BCG. Il confronto statistico si basava sul test U di Mann Whitney a due code. Sono stati inclusi paesi con 500 casi e oltre. Le statistiche relative al coronavirus erano basate sui dati ottenuti da  https://www.worldometers.info/coronavirus/  (Secondo l’ultimo aggiornamento del 23 marzo 2020, 20:44 GMT).

Tabella 1

Paesi con copertura di immunizzazione BCG nazionalePaesi senza copertura nazionale di immunizzazione BCG
NazioneTotalCasesTotalDeathsTotalCases / 1M popMorti totali / 1 milione di popPopolazioneNazioneTotalCasesTotalDeathsTotalCases / 1M popMorti totali / 1 milione di popPopolazione
Cina81,0933,270562.2581481448.089Italy63,9276,0771,057100.480160.47966
Ho corso23,0491,81227421.5405484.12044USA42,4345171281.559504331.5156
Corea del Sud8,9611111752.16772751.20571Spagna33,0892,20770847.2228246.73588
Portogallo2,060232022.2553410.19802Germania29,0561183471.4092183.73487
Brasile1,6963480.160377212Francia19,85686030413.166865.31579
tacchino1,52937180.43557984.94444Svizzera8,54711898813.640348.65081
Malaysia1,51814470.43346532.29787UK6,650335984.93684267.85714
Giappone1,1284290.335106125.3333Olanda4,74921327712.4238817.1444
Irlanda1,12562281.2164.934211Austria4,468214962.3312449.008065
Ecuador98118561.02752317.51786Belgio3,743883237.59390911.58824
Pakistan873640.027491218.25Norvegia2,547104701.8453085.419149
Polonia7498200.21361837.45Svezia2,046252032.4804510.07882
chile7462390.10455819.12821Canada2,03523540.61031937.68519
Tailandia7211100.0138772Australia1,7177670.27315125.62687
Grecia69517671.63884910.37313Danimarca1,450242504.1379315.8
Indonesia5794920.169257289.5Israele1,44211670.1158118.634731
Romania5767300.36458319.2Repubblica Ceca1,23611150.09304210.74783
Saudi Arabia5621635.125Lussemburgo87581,39812.781710.625894
Singapore5092870.3418475.850575Finlandia70011260.185.555556
Qatar5011742.87931Islanda58811,7232.9302720.341265

Sono stati inclusi paesi con 500 casi e oltre. Le statistiche relative al coronavirus erano basate sui dati ottenuti da https://www.worldometers.info/coronavirus/ (Secondo l’ultimo aggiornamento del 23 marzo 2020, 20:44 GMT). Lo stato della vaccinazione BCG di ciascun paese è stato dedotto da https://www.who.int/immunization/sage/meetings/2017/october/1_BCG_report_revised_version_online.pdf, http://www.bcgatlas.org/ e dai dati presentati nel riferimento 17.

Se la vaccinazione con BCG ha un effetto protettivo non specifico generale contro la diffusione della morbilità e della mortalità associate a SARS-CoV-2 o COVID-19, la ric vaccinazione con BCG delle popolazioni offrirebbe una valida alternativa di protezione parziale fino a quando non sarà disponibile un vaccino specifico ?

Se questa strategia è utile, allora c’è la domanda su quale varietà di vaccini BCG scegliere. I ceppi di vaccino BCG impiegati nei programmi di immunizzazione di diversi paesi variano notevolmente.

Il vaccino BCG fu introdotto per la prima volta nel 1921 e i semi iniziali furono distribuiti in vari paesi. Durante il loro passaggio seriale, i ceppi di BCG hanno accumulato alterazioni genomiche, tra cui delezioni, polimorfismi a singolo nucleotide e duplicazioni di regioni genomiche, portando all’emergere di diverse sottostrazioni. [11]

Sulla base delle varianti di duplicazione in tandem (DU-2), i vaccini BCG si dividono in 4 gruppi (Figura 2). Il gruppo DU2-I e II è costituito da ceppi di vaccini BCG geneticamente “precoci”, tra cui BCG Giappone, BCG Russia e BCG Moreau / Brasile, mentre i DU2-III-IV sono considerati ceppi di vaccini “tardivi” geneticamente più distanti (come Pasteur , Danimarca, varietà Connaught). [11]

I ceppi di vaccino differiscono in termini di caratteristiche di crescita, biochimica, immunogenicità e virulenza. Contrariamente ai ceppi precoci, i ceppi tardivi di BCG sono difettosi nella produzione di acidi metossimicolici della parete cellulare e possiedono solo gli acidi alfa e chetomicolici. [12]

Coerentemente con questa differenza, i primi ceppi di BCG sono persistiti fino a 6 mesi nei linfonodi mesenterici dei bambini vaccinati, mentre non sono stati rilevati batteri vivi nei soggetti in età avanzata del ceppo. [13]

Allo stesso modo, i ceppi precoci che producono metossimicolato erano agenti immunostimolanti più potenti dei ceppi tardivi. [14]

Gli acidi micolici possono condizionare i macrofagi per produrre livelli più elevati di IFN-γ, mieloperossidasi e TNF-α in caso di rinnovata esposizione a fattori innati innati. [15]

Di conseguenza, gli acidi mycolic costituiscono un importante gruppo di ligandi in grado di indurre immunità allenata. A questo proposito, si è scoperto che gli acidi metossimicolici sono infiammatori e attivano i macrofagi, mentre gli acidi cheto-mycolic promuovono i macrofagi antinfiammatori e attivati ​​alternativamente. [16]

Pertanto, poiché la persistenza e le proprietà immunostimolatorie dei ceppi di BCG differiscono, il loro potenziale di indurre immunità addestrata negli individui vaccinati potrebbe anche ipoteticamente variare.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc. Il nome dell'oggetto è gr2_lrg.jpg
Figura 2
Genealogia dei ceppi di vaccini BCG. Modificato da Brosch et al. (2007).

Quando abbiamo analizzato i dati disponibili sui ceppi di vaccini BCG utilizzati in diversi paesi (Figura 3, modificata dai riferimenti 17 e 18), l’Iran e la Cina sono emersi come produttori locali dei propri vaccini.

Sebbene i ceppi di vaccino utilizzati in questi paesi non siano del tutto chiari, l’evidenza suggerisce che il ceppo di vaccino BCG in Iran è BCG-Pasteur 1173p2 e quello in Cina è un ceppo derivato da Glaxo 1077, che rappresenta i ceppi più modificati e altamente attenuati carenti di acidi metossimossimici rispetto ai ceppi di Giappone e Russia. [19], [20]

È ipotizzabile che l’immunità addestrata indotta dai ceppi del vaccino BCG in Iran e Cina abbia una vita breve rispetto a quella conferita dai ceppi più vecchi ampiamente utilizzati.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc. Il nome dell'oggetto è gr3_lrg.jpg

Qui, ipotizziamo che, il numero di casi inferiore al previsto rilevato in paesi in Asia e Africa con estesi collegamenti di viaggio e commerciali con la Cina potrebbe derivare dall’attività protettiva eterologa indotta dall’immunizzazione del BCG del vaccino.

L’unico modo per verificare la validità dell’ipotesi è confrontare i dati epidemiologici delle popolazioni vaccinate e non vaccinate con BCG nel corso di questa pandemia. Se questa ipotesi dovesse mantenere la sua posizione, allora ci sarebbero importanti ripercussioni che potrebbero salvare delle vite.

Poiché in precedenza è stato dimostrato che la vaccinazione con BCG previene le infezioni acute del tratto respiratorio anche negli anziani (5), fino allo sviluppo di un vaccino specifico, le popolazioni vulnerabili della SARS-CoV-2 potrebbero essere immunizzate con i vaccini BCG. Tale strategia sarebbe adatta anche per il personale sanitario in prima linea.


Fonte:
Università del Michigan

Riferimenti

1. Aaby P., Kollmann T., Benn C. Effetti non specifici della vaccinazione neonatale e infantile: sfide di salute pubblica, immunologiche e concettuali. Nat Immunol. 2014; 15: 895-899. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

2. Cicatrice della vaccinazione Roth A., Gustafson P., Nhaga A., Djana Q., Poulsen A., Garly ML BCG associata a una migliore sopravvivenza infantile in Guinea-Bissau. Int J Epidemiol. 2005; 34 (3): 540-547. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

3. Hollm-Delgado MG, Stuart EA, Black RE Infezione respiratoria acuta inferiore tra i bambini vaccinati con Bacille Calmette-Guérin (BCG). Pediatria. 2014; 133 (1): E73-E81. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

4. de Castro MJ, Pardo-Seco J., Martinón-Torres F. Protezione non specifica (eterologa) della vaccinazione neonatale con BCG contro il ricovero a causa di infezione respiratoria e sepsi. Clin Infect Dis. 2015; 60 (11): 1611-1619. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

5. Wardhana Datau EA, Sultana A. L’efficacia delle vaccinazioni Bacillus Calmette-Guerin per la prevenzione dell’infezione acuta del tratto respiratorio superiore negli anziani. Acta Med Indones. 2011; 43: 185e90. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

6. Higgins JPT, Soares-Weiser, K. e Reingold A. (2014). Revisione sistematica degli effetti non specifici di vaccini contenenti BCG, DTP e morbillo. Disponibile all’indirizzo: http://www.who.int/immunization/sage/meetings/2014/april/3_NSE_Epidemiology_review_Report_to_SAGE_14_Mar_FINAL.pdf (consultato il 28 febbraio 2020).

7. Jensen KJ, Larsen N., Biering-Sorensen S., Andersen A., Eriksen HB, Monteiro I. Effetti immunologici eterologhi della vaccinazione precoce con BCG in neonati a basso peso alla nascita in Guinea-Bissau: uno studio controllato randomizzato. J. Infect. Dis. 2015; 211: 956-967. [ Articolo gratuito PMC ] [ PubMed ] [ Google Scholar ]

8. Netea MG, Quintin J., van der Meer JW Immunità addestrata: un ricordo per la difesa innata dell’ospite. Microbo ospite cellulare. 2011; 9: 355-361. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

9. Effetti non specifici del vaccino BCG sulle infezioni virali. Moorlag SJCFM, Arts RJW, van Crevel R, Netea MG. Clin Microbiol Infect. 2019 dic; 25 (12): 1473-1478. doi: 10.1016 / j.cmi.2019.04.020. Epub 2019 maggio 2. Recensione.

10. Arts RJW, Moorlag SJCFM, Novakovic B, Li Y, Wang SY, Oosting M, Kumar V, Xavier RJ, Wijmenga C, Joosten LAB, Reusken CBEM, Benn CS, Aaby P, Koopmans MP, Stunnenberg HG, van Crevel R , Netea MG. La vaccinazione BCG protegge dall’infezione virale sperimentale nell’uomo attraverso l’induzione di citochine associate all’immunità addestrata. Microbo ospite cellulare. 10 gennaio 2018; 23 (1): 89-100.e5. doi: 10.1016 / j.chom.2017.12.010.

11. Brosch R., Gordon SV, Garnier T., Eiglmeier K., Frigui W., Valenti P. Plasticità del genoma di BCG e impatto sull’efficacia del vaccino. Proc Natl Acad Sci US A. 2007 27 mar; 104 (13): 5596–5601. Epub 2007 19 marzo. [ Articolo gratuito PMC ] [ PubMed ] [ Google Scholar ]

12. Behr MA1, Schroeder BG, Brinkman JN, Slayden RA, Barry CE 3rd. Una mutazione puntuale nel gene mma3 è responsabile della ridotta produzione di acido metossimicolico nei ceppi di Mycobacterium bovis BCG ottenuti dopo il 1927. J Bacteriol. 2000 Jun; 182 (12): 3394-9.

13. Zeyland J., Piasecka-Zeyland E. Sulla vitalità del BCG nell’organismo vaccinato Ann. Inst. Pastore. 1936; 56: 46–51. [ Google Scholar ]

14. Hayashi D., Takii T., Fujiwara N., Fujita Y., Yano I., Yamamoto S. Studi comparabili di attività immunostimolanti in vitro tra le sottostrutture di Mycobacterium bovis bacillus Calmette-Guérin (BCG). FEMS Immunol Med Microbiol. 2009 lug; 56 (2): 116-128. Epub 2009, 27 aprile. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

15. Korf J., Stoltz A., Verschoor J., De Baetselier P., Grooten J. Il Mycobacterium tuberculosis componente della parete cellulare L’acido miocolico suscita risposte immunitarie innate associate al patogeno. Eur J Immunol. 2005 marzo; 35 (3): 890-900. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

16. Vander Beken S., Al Dulayymi JR, Naessens T., Koza G., Maza-Iglesias M., Rowles R. La struttura molecolare del fattore di virulenza del Mycobacterium tuberculosis, l’acido mycolic, determina il modello infiammatorio provocato. Eur J Immunol. Febbraio 2011; 41 (2): 450–460. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

17. Ritz N., Curtis N. Mappatura dell’uso globale di diversi ceppi di vaccino BCG. Tubercolosi (Edinb). 2009 lug; 89 (4): 248–251. [ PubMed ] [ Google Scholar ]

18. Zwerling A., Behr MA, Verma A., Brewer TF, Menzies D., Pai M. Atlante mondiale BCG: un database di politiche e pratiche di vaccinazione BCG globali. PLoS Med. 2011 mar; 8 (3) [ Google Scholar ]

19. Fallah F, Nasiri MJ, vaccino Pormohammad A. Bacillus Calmette-Guerin (BCG) in Iran. J Clin Tuberc Altro Mycobact Dis. 24 febbraio 2018; 11: 22. doi: 10.1016 / j.jctube.2018.02.001. eCollection 2018 maggio. Nessun estratto disponibile.20. Hu Y., Chen Y., Liang H., Wang Y. Una panoramica della copertura della vaccinazione BCG e dei suoi determinanti sulla base dei dati dell’indagine sulla copertura nella provincia di Zhejiang. Int J Environ Res Public Health. 2018; 1; 15 (6). pii: E1155. [ Google Scholar ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.