In che modo la pandemia COVID-19 influenza la qualità e il contenuto dei sogni delle persone?

0
260

Gran parte del lavoro di Deirdre Barrett ha coinvolto lo studio dei sogni, in particolare i sogni angoscianti e gli incubi delle persone colpite dal trauma, tra cui veterani di combattimento, ex prigionieri di guerra e primi soccorritori dell’11 settembre.

Più recentemente, l’assistente professore di psicologia presso il Dipartimento di Psichiatria della Harvard Medical School, i cui libri includono “Il comitato del sonno” e “Trauma e sogni”, ha creato un sondaggio online per raccogliere i sogni delle persone che vivono attraverso la pandemia di coronavirus .

Ad oggi ha più di 2.500 risposte che raccontano più di 6.000 sogni. Barrett ha parlato con la Gazette di come vede lo scoppio che influenza la qualità e il contenuto dei sogni delle persone.

GAZETTE:  Cosa sta succedendo esattamente nel nostro subconscio durante i periodi di stress estremo? Come si manifesta nei nostri sogni?

BARRETT:  Quando sogniamo, il nostro cervello si trova in questo stato in cui le aree visive sono molto più attive rispetto a quando siamo svegli e, in media, le aree emotive sono un po ‘più attive.

 La nostra corteccia prefrontale proprio dietro la nostra fronte, che controlla la logica lineare più precisa e censura anche le cose sociali inappropriate, così come il modo giusto di fare le cose nel nostro pensiero professionale, è molto smorzata.

Le nostre aree verbali sono in qualche modo meno attive. Quindi, penso che stiamo pensando alle stesse cose su cui ci siamo maggiormente concentrati di giorno, ma in questo altro stato di coscienza. Abbiamo un pensiero più intuitivo e un pensiero meno lineare sulle cose.

Di tanto in tanto, vedremo che il nostro inconscio sembra molto più spaventato di quanto ci sentiamo di giorno o ci fornisce una prospettiva ottimistica che non abbiamo avuto di giorno. Ma penso in generale, essere ansiosi di giorno e avere sogni d’ansia correlati sia come tratti che una persona porta per lunghi periodi di tempo, sia come stato per un breve periodo di tempo in cui c’è un fattore di stress.

GAZETTE:  Pensi che il sonno extra o la mancanza di sonno possano contribuire a fare incubi sul coronavirus?

BARRETT:  In questo periodo abbiamo a disposizione più tempo per dorminre e di conseguenza anche per sognare. E non è solo proporzionale: il periodo finale REM della notte è il più lungo e più “denso” nella fascia REM, e questo si ricollega con sogni lunghi e vivaci, quindi un risveglio che interrompe il sonno taglia un sacco di sogni.

Il rapporto con l’insonnia è più complicato. Se uno dorme semplicemente per un tempo più breve, allora ci saranno meno sogni. Tuttavia, anche se meno sonno è causa di frequenti risvegli – sia a causa del rumore, ansia, ecc, è probabile che ci si svegli da più periodi REM, il che si traduce in un maggiore ricordo del sogno, sebbene non in un sogno più reale.

GAZETTE:  In generale, vedi schemi o temi nei sogni che hai raccolto attraverso il tuo sondaggio?

BARRETT:  Sto notando grandi gruppi di contenuti da sogno. Uno riguarda letteralmente su come contrarre il virus – accomunato alla condizione in cui la persona è senza fiato o ha la febbre. O a volte è un po ‘più fantastico.

Una donna abbassò lo sguardo e vide delle strisce blu sul suo stomaco e si ricordò nel sogno che doveva essere il primo segno di un’infezione da COVID-19. Poi ci sono metafore per il virus – c’è un grande sottogruppo di sogni di insetti.

Dopo l’11 settembre, ho visto metafore e sogni letterali su quegli eventi. Ma non ho visto sogni da insetto dopo l’11 settembre. E ho appena visto dozzine, dozzine e dozzine di ogni tipo di insetto immaginabile che attaccano il sognatore:

Ci sono sciami di ogni tipo di insetto volante di cui tu abbia mai sentito parlare; ci sono eserciti di scarafaggi che corrono verso il sognatore; ci sono masse di vermi che si contorcono; c’erano alcune cavallette con zanne di vampiro; ci sono cimici, cimici.

GAZETTE: Da  cosa pensi rpovengano?

BARRETT:  Quando diciamo “Ho un bug”, significa “Sono malato” e spesso “Ho un virus”. Quindi penso che sia in parte solo quella associazione. Ma poi un po ‘più in profondità della sola parola, penso, è l’idea di un sacco di piccole cose che cumulativamente possono ferirti o ucciderti è davvero un’ottima metafora delle particelle virali.

GAZETTE: Vedi  altre cose che rappresentano il virus nei sogni delle persone?

BARRETT:  Vedo ogni altro evento negativo possibile essere inserito come metafora del virus. Ci sono tsunami e tornado e uragani e terremoti e incendi che scoppiano e tiratori di massa nelle strade. E ho visto tutti quelli dopo l’11 settembre.

Ma penso che una parte un po ‘più alta di questi sogni sia metaforica, perché non abbiamo un’immagine chiara che si accompagni automaticamente al virus COVID-19 o alla pandemia.

Eppure la mente sognante è così visiva che, quando si sente ansiosa e preoccupata, cerca di rappresentarla con un’immagine visiva appropriata. Per l’11 settembre, abbiamo visto un sacco di sogni su edifici che cadevano o aerei che si schiantavano contro le cose e dirottatori con coltelli.

Quindi oggi ce ne sono molti di metaforici e quelli metaforici avranno spesso un po ‘di contenuto letterale di pandemia. Ad esempio, [il Governatore di New York Andrew] Cuomo dirà alle persone nei loro sogni che devono rifugiarsi nelle loro case a causa degli sparatutto in strada o degli sciami di insetti, o è necessario indossare una maschera a causa del sciami di insetti, o ti stai riparando a casa perché scoppiano gli incendi, o [il presidente] Trump ti sta dicendo che lo tsunami è una notizia falsa. Quindi, avranno pezzi di una sorta di dettagli reali inclusi.

GAZETTE:  Qualcos’altro che hai notato specificamente correlato al coronavirus?

BARRETT:  All’inizio, ho visto moltissimi sogni che sembravano essere una sorta di pratica di indossare la maschera o un allontanamento sociale. In circa la metà di essi, il sognatore sarebbe uscito in pubblico e si sarebbe reso conto di non avere la maschera e il panico o di essersi avvicinato troppo a qualcuno. 

Nell’altra metà, avrebbero fatto quello che dovevano fare, e le altre persone non avrebbero indossato le loro maschere o si sarebbero ammucchiate nel sogno o avrebbero tossito sul sognatore. E sembravano solo questi sogni d’ansia.

Mentre stai imparando una nuova abilità, spesso sogni qualcosa di ciò che stai cercando di imparare. C’è un po ‘meno enfasi su “Sto contraendo il virus”, sia metaforicamente o per davvero, nei sogni. Quello che sto iniziando a vedere – questi sono stati lì dall’inizio ma sono in aumento – sono i sogni sugli aspetti del blocco o altre cose che sono una conseguenza della pandemia.

Il più comune è sicuramente la roba di casa. Le persone che si rifugiano a casa da sole sogneranno di essere state rinchiuse in prigione o una donna è stata mandata su Marte da sola per fondare la prima colonia di Marte.

C’era una donna che in realtà stava educando a casa suo figlio, ma sognava che qualcuno avesse deciso che l’intera classe di suo figlio doveva venire a vivere con lei. Quindi vedi sogni esagerare l’isolamento per alcune persone o esagerare l’affollamento o una riduzione dei diritti alla privacy per altri. E quelli sono in aumento, così come i sogni di scoprire che tutti i tuoi soldi sono andati o di cercare di ottenere un lavoro e di non poterlo fare.

GAZETTE:  Sei in grado di distinguere eventuali differenze nei sogni di coloro che sono in prima linea? O forse anche le persone che hanno avuto una diagnosi di COVID-19?

BARRETT: Ora ho più di 600 operatori sanitari. È ancora una piccola parte del campione totale, ma vedo davvero forti tendenze. Delle persone che lavorano in terapia intensiva o nei pronto soccorso o anche solo in unità mediche generali, nella maggior parte dei casi stanno avendo incubi completi. 

E sembrano incubi da traumi, il che significa che non sono così onirici, bizzarri e metaforici come la maggior parte degli altri sogni. Tendono a coinvolgersi nel prendersi cura di qualcuno che sta morendo di COVID-19 e stanno provando a fare qualcosa come mettere un paziente su un respiratore, o rimettere il tubo ricollegato che viene rimosso da un respiratore, o le macchine del respiratore non funzionano. 

Quindi sentono che è loro responsabilità salvare la vita di questa persona, eppure in realtà non hanno molto controllo su di essa, e la persona sta morendo comunque. Questo è il loro incubo.

GAZETTE:  Puoi dire di più sulla differenza tra sogni d’ansia, incubi e sogni traumatici?

BARRETT:  Tutti i sogni d’ansia non sono incubi. Di solito riserviamo la parola incubo ai sogni in cui qualcuno si sente solo sopraffatto dal terrore, al contrario di quando l’ansia domina il sogno. 

Ma gli incubi traumatici sono davvero una cosa per se stessi. Non sembrano così onirici come i sogni.

La stragrande maggioranza dei sogni ordinari e degli incubi di varietà entità sta accadendo durante il movimento rapido degli occhi o il sonno REM. Questo non è vero per gli incubi traumatici quando sono stati studiati nel laboratorio del sonno.

Stanno accadendo in tutte le fasi del sonno, il che è davvero insolito. Pensiamo che potrebbero effettivamente essere simili a ciò che sta accadendo con i flashback diurni, che ci sono solo questi ricordi di traumi intrusivi che si intromettono nella tua coscienza durante qualsiasi stato di coscienza, dal risveglio al sogno del sonno a ciò che di solito non è sonno.

GAZETTE:  C’è qualcosa che possiamo fare per cercare di controllare ciò che sogniamo?

BARRETT:  Il modo migliore per farlo è pensare a ciò che vorresti sognare. Potresti scegliere una persona che vorresti vedere stanotte nei tuoi sogni o un posto preferito. Ad alcune persone piacciono i sogni di volo o altre hanno appena avuto un sogno preferito di sempre.

Quindi scegli cosa ti piacerebbe sognare. E se è generale, come una persona o un luogo, basta visualizzare quella persona o quel luogo. Oppure puoi mettere una fotografia di ciò che stai cercando di sognare sul tuo comodino in modo da vederlo come l’ultima cosa prima di andare a dormire.

Se hai un particolare sogno preferito su cui ti stai concentrando, potresti provare a riprodurlo in dettaglio prima di addormentarti.

E questo ti renderebbe più probabile avere un sogno simile. E ciò rende più probabile che tu sogna di quel contenuto, e rende anche meno probabile che tu abbia sogni d’ansia.


Il suicidio è un importante problema di salute pubblica. Questo problema si aggrava ora, durante l’epidemia di una malattia coronavirus 2019 altamente contagiosa (COVID-19) che è stata identificata in Cina alla fine del 2019. COVID-19 si è diffuso in altri paesi asiatici, Europa, Australia, Nord e Sud America e l’Africa.

L’epidemia di COVID-19 è associata ad ansia, depressione, angoscia, disturbi del sonno e suicidalità (1, 2, 3, 4, 5, 6, 7).

I ricercatori cinesi hanno esaminato le risposte psicologiche durante la fase iniziale dell’epidemia di COVID-19 nella popolazione generale (3). Hanno scoperto che il 53,8% degli intervistati ha valutato l’impatto psicologico dell’epidemia come moderato o grave, il 16,5% ha riportato sintomi depressivi da moderati a gravi e il 28,8% ha riferito sintomi di ansia da moderati a gravi.

Un altro sondaggio nazionale su oltre 50.000 persone in Cina durante l’epidemia di COVID-19 ha mostrato che circa il 35% degli intervistati ha sofferto di stress psicologico (4). Un altro gruppo di ricerca in Cina ha campionato e analizzato i post online di circa 18.000 utenti cinesi di social media prima e dopo la dichiarazione di COVID-19 in Cina il 20 gennaio 2020 (5).

I ricercatori hanno scoperto che le emozioni negative come l’ansia, la depressione e la rabbia aumentavano, mentre le emozioni positive e la soddisfazione della vita diminuivano.

Un gruppo di ricerca ha studiato una relazione tra il capitale sociale misurato dalla scala del capitale sociale personale 16 (PSCI-16) e la qualità del sonno in individui auto-isolati durante l’epidemia di COVID-19 (6).

Gli autori hanno scoperto che l’ansia era associata allo stress e alla riduzione della qualità del sonno e la combinazione di ansia e stress riduceva gli effetti positivi del capitale sociale sulla qualità del sonno.

Gli autori hanno osservato che “l’ansia e lo stress di individui isolati erano ad alti livelli, mentre la qualità del sonno era bassa”. I ricercatori in Cina hanno anche esaminato uno stato di salute mentale di circa 1250 operatori sanitari che hanno curato i pazienti con coronavirus (7). Il 50,4% dei partecipanti allo studio ha riferito depressione, ansia 44,6%, insonnia 34,0% e angoscia 71,5%.

I disturbi del sonno sono associati ad ansia, depressione e comportamento suicidario. Le anomalie del sonno sono un fattore di rischio autonomo per l’ideazione suicidaria, i tentativi di suicidio e la morte suicida.

Un trattamento adeguato dei disturbi del sonno è sempre vitale e riduce i sintomi di disturbi psichiatrici e suicidalità. Tuttavia, il riconoscimento e il trattamento dell’insonnia sono particolarmente importanti durante i periodi di stress come l’epidemia di COVID-19 perché può ridurre significativamente i suicidi.

È importante identificare e trattare i disturbi del sonno non solo tra i pazienti psichiatrici ma anche tra le persone che non sono in trattamento psichiatrico.

Le persone con disturbi del sonno devono essere valutate per ideazione suicidaria e intenzione di suicidio. I medici devono essere istruiti su come valutare le persone con disturbi del sonno per suicidalità.

References

1. Ornell F., Schuch J.B., Sordi A.O., Kessler F.H.P. Pandemic fear” and COVID-19: mental health burden and strategies. Braz J Psychiatry. 2020 Apr 3 doi: 10.1590/1516-4446-2020-0008. pii: S1516-44462020005008201, [Epub ahead of print] [CrossRef] [Google Scholar]

2. Shigemura J., Ursano R.J., Morganstein J.C., Kurosawa M., Benedek D.M. Public responses to the novel 2019 coronavirus (2019-nCoV) in Japan: Mental health consequences and target populations. Psychiatry Clin Neurosci. 2020 Apr;74(4):281–282. doi: 10.1111/pcn.12988. Epub 2020 Feb 23. [PMC free article] [PubMed] [CrossRef] [Google Scholar]

3. Wang C., Pan R., Wan X., Tan Y., Xu L., Ho C.S., Ho R.C. Immediate psychological responses and associated factors during the initial stage of the 2019 Coronavirus Disease (COVID-19) epidemic among the general population in China. Int J Environ Res Public Health. 2020 Mar 6;17(5):E1729. doi: 10.3390/ijerph17051729. [PMC free article] [PubMed] [CrossRef] [Google Scholar]

4. Qiu J., Shen B., Zhao M., Wang Z., Xie B., Xu Y. A nationwide survey of psychological distress among Chinese people in the COVID-19 epidemic: implications and policy recommendations. Gen Psychiatr. 2020 Mar 6;33(2) doi: 10.1136/gpsych-2020-100213. eCollection 2020. [CrossRef] [Google Scholar]

5. Li S., Wang Y., Xue J., Zhao N., Zhu T. The impact of COVID-19 epidemic declaration on psychological consequences: A study on active Weibo users. Int J Environ Res Public Health. 2020;17(6):E2032. doi: 10.3390/ijerph17062032. [PMC free article] [PubMed] [CrossRef] [Google Scholar]

6. Xiao H., Zhang Y., Kong D., Li S., Yang N. Social capital and sleep quality in individuals who self-Isolated for 14 days during the Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) outbreak in January 2020 in China. Med Sci Monit. 2020;26 doi: 10.12659/MSM.923921. [CrossRef] [Google Scholar]

7. Lai J., Ma S., Wang Y., Cai Z., Hu J., Wei N., Wu J., Du H., Chen T., Li R., Tan H., Kang L., Yao L., Huang M., Wang H., Wang G., Liu Z., Hu S. Factors associated with mental health outcomes among health care workers exposed to Coronavirus Disease 2019. JAMA Netw Open. 2020 Mar 2;3(3) doi: 10.1001/jamanetworkopen.2020.3976. [CrossRef] [Google Scholar]


Source:
Harvard

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.