L’uso di aspirina negli anziani con cancro avanzato può aumentare il rischio di progressione della malattia e morte precoce

0
69

I risultati di un recente studio clinico indicano che per gli anziani con cancro avanzato l’utilizzo dell’aspirina può aumentare il rischio di progressione della malattia e morte precoce.

Lo studio, condotto da un team binazionale guidato da ricercatori del Massachusetts General Hospital (MGH), del Berman Center nel Minnesota e della Monash University in Australia, è stato pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute.

Prove convincenti da studi clinici che includevano prevalentemente adulti di mezza età dimostrano che l’aspirina può ridurre il rischio di sviluppare il cancro , in particolare il cancro del colon-retto…… Ma ….mancano tuttavia informazioni per gli anziani.

Per fornire approfondimenti, i ricercatori hanno progettato e avviato lo studio ASPirin in Reducing Events in the Elderly (ASPREE), il primo studio randomizzato in doppio cieco controllato con placebo sull’aspirina giornaliera a basso dosaggio (100 mg) in anziani altrimenti sani.

Lo studio ha incluso 19.114 partecipanti residenti in comunità australiane e statunitensi di età superiore a 70 anni (minoranze statunitensi di età superiore a 65 anni) senza malattie cardiovascolari, demenza o disabilità fisica all’inizio dello studio.

I partecipanti sono stati randomizzati ad aspirina o placebo e seguiti per una mediana di 4,7 anni.

Nell’ottobre 2018, i ricercatori hanno pubblicato un rapporto molto sorprendente e preoccupante che mostra un’associazione tra l’uso di aspirina e un elevato rischio di morte, principalmente a causa del cancro.

L’attuale rapporto fornisce ora un’analisi più completa degli effetti correlati al cancro dell’aspirina nei partecipanti ASPREE .

“Abbiamo condotto questo studio come un esame più dettagliato dell’effetto dell’aspirina sullo sviluppo del cancro e sulla morte per cancro”, ha spiegato l’autore senior Andrew T. Chan, MD, MPH, Capo dell’Unità di epidemiologia clinica e traslazionale presso MGH , Direttore di Epidemiologia presso l’MGH Cancer Center e Professore di Medicina presso la Harvard Medical School.

Il dottor Chan e i suoi colleghi hanno riferito che 981 partecipanti che stavano assumendo aspirina e 952 che stavano assumendo placebo hanno sviluppato il cancro.

Non c’era alcuna differenza statisticamente significativa tra i gruppi per lo sviluppo del cancro in generale o per lo sviluppo di tipi specifici di cancro.

L’aspirina era associata a un rischio maggiore del 19% di essere diagnosticato un cancro che si era diffuso (o metastatizzato) e un rischio maggiore del 22% di essere diagnosticato con cancro allo stadio 4 o avanzato.

Inoltre, tra i partecipanti a cui è stato diagnosticato un cancro avanzato, quelli che assumevano l’aspirina avevano un rischio maggiore di morire durante il follow-up rispetto a quelli che assumevano il placebo.

“I decessi erano particolarmente alti tra coloro che assumevano aspirina a cui erano stati diagnosticati tumori solidi avanzati, suggerendo un possibile effetto negativo dell’aspirina sulla crescita dei tumori una volta che si erano già sviluppati negli anziani”, ha detto il dottor Chan.

Ha aggiunto che i risultati suggeriscono la possibilità che l’aspirina possa agire in modo diverso, a livello cellulare o molecolare, nelle persone anziane, il che richiede ulteriori studi.

In particolare, la stragrande maggioranza dei partecipanti allo studio non ha mai assunto aspirina prima dei 70 anni.

“Anche se questi risultati suggeriscono che dovremmo essere cauti nell’iniziare la terapia con aspirina in adulti anziani altrimenti sani, questo non significa che le persone che stanno già assumendo l’aspirina, in particolare se hanno iniziato a prenderla in giovane età, dovrebbero interrompere il loro regime di aspirina”, Ha aggiunto il dottor Chan.


L’aspirina è un farmaco antiaggregante piastrinico ampiamente utilizzato. Numerosi studi hanno dimostrato gli effetti dell’aspirina sulla prevenzione secondaria della trombosi arteriosa 1 e diversi studi hanno indagato gli effetti dell’uso dell’aspirina per la prevenzione primaria delle malattie aterosclerotiche.2, 3, 4, 5, 6, 7

Il follow-up a lungo termine di questi studi ha stabilito che l’uso quotidiano regolare di aspirina riduce l’incidenza, le metastasi a distanza e la mortalità di alcuni tumori dopo circa 5 anni.8, 9, 10, 11 Anche diversi studi caso-controllo e studi di coorte hanno rivelato simili effetti a lungo termine dell’aspirina 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18

L’evidenza degli effetti inibitori a lungo termine dell’aspirina sull’incidenza del cancro e sulla morte correlata al cancro è più evidente per il cancro gastrointestinale, compreso il cancro del colon-retto (CRC), 19 e recentemente la Task Force dei servizi preventivi degli Stati Uniti ha raccomandato di iniziare l’uso di aspirina a basso dosaggio per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari e del CRC negli adulti di età compresa tra 50 e 59 anni che hanno un rischio di malattie cardiovascolari del 10% o superiore a 10 anni, non sono a maggior rischio di sanguinamento, hanno un’aspettativa di vita di almeno 10 anni e sono disposti assumere aspirina a basso dosaggio per almeno 10 anni 20

Tuttavia, l’incidenza e la mortalità del cancro aumentano con l’avanzare dell’età e l’incidenza e la mortalità del cancro sono rispettivamente 10 volte e 16 volte maggiori negli anziani rispetto a quelli di età inferiore ai 65 anni.

Il cancro è la principale causa di morte in Giappone e, secondo i dati del registro del Japanese Cancer Institute, si stima che a 1 014000 pazienti fosse stato diagnosticato un nuovo cancro e che 378000 pazienti morissero di cancro nel 2017.22

Circa la metà dei giapponesi soffre di cancro durante la vita e un terzo muore di cancro.

Pertanto, è fondamentale valutare gli effetti dell’aspirina sull’incidenza del cancro e sulla mortalità negli anziani giapponesi e le prove attuali sono insufficienti.

Abbiamo precedentemente riportato i risultati del Japanese Primary Prevention Project (JPPP), che ha esaminato gli effetti inibitori dell’aspirina sugli eventi vascolari nella popolazione giapponese anziana (età 60-85 anni, media ± DS, 70,6 ± 6,2 anni) senza storia precedente di trombosi arteriosa 23

Abbiamo eseguito una sottoanalisi del JPPP per esplorare gli effetti dell’aspirina sull’incidenza e sulla mortalità del cancro nei giapponesi anziani, analizzando l’incidenza del cancro e la mortalità dei pazienti che partecipavano al JPPP.

Incidenza e mortalità del cancro

Il cancro è stato diagnosticato di recente in 332 pazienti (gruppo aspirina) e 271 pazienti (gruppo senza aspirina).

L’incidenza cumulativa del cancro di nuova diagnosi è stata del 5,60% (4,65-6,64%) nel gruppo aspirina e del 4,14% (3,67-4,66%) nel gruppo senza aspirina.

Nel gruppo aspirina, l’HR per il cancro di nuova diagnosi era 1,24 (1,06-1,46) rispetto al gruppo senza aspirina e l’incidenza del cancro di nuova diagnosi era significativamente più alta di quella nel gruppo senza aspirina (P = 0,008) (Figura 2).

Il CRC (66 [aspirina] e 50 [senza aspirina]) è stato diagnosticato più spesso nella popolazione in studio, seguito da gastrico (55 [aspirina] e 49 [senza aspirina]) e polmonare (56 [aspirina] e 37 [no ‐Aspirina]) (Tabella 2).

Il numero di singoli tumori era piccolo, quindi abbiamo combinato alcuni tipi di cancro e li abbiamo divisi in due categorie: cancro gastrointestinale (GI) e cancro non GI.

Il cancro GI è stato diagnosticato di recente in 176 pazienti (gruppo aspirina) e 151 (gruppo senza aspirina) e l’incidenza cumulativa di cancro GI è stata del 2,62% (2,25-3,03%) nel gruppo aspirina e del 2,31% (1,96-2,70%) nel gruppo senza aspirina, rispettivamente (Figura 3A).

Il cancro non GI è stato diagnosticato di recente in 163 (gruppo aspirina) e 123 (gruppo senza aspirina), e l’incidenza cumulativa di cancro non GI è stata del 3,12% (2,28-4,15%) nell’aspirina e 1,92% (1,59-2,29) %) nel gruppo senza aspirina, rispettivamente (Figura 3B).

L’HR per il cancro GI e il cancro non GI nel gruppo aspirina rispetto al gruppo senza aspirina erano 1,18 (0,95-1,46) e 1,34 (1,06-1,69), rispettivamente. Nessuna differenza statisticamente significativa nell’HR per il cancro GI è stata rilevata tra il gruppo aspirina e il gruppo senza aspirina (P = .138), mentre l’incidenza di cancro non GI nel gruppo aspirina era significativamente più alta di quella nel gruppo senza aspirina gruppo (P = .014).

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc. Il nome dell'oggetto è RTH2-2-274-g002.jpg
Figura 2
Incidenza cumulativa di cancro nel gruppo aspirina e senza aspirina. Il valore P è stato determinato utilizzando il log-rank test. CI, intervallo di confidenza; HR, rapporto di rischio. CI indica l’intervallo di confidenza

Tavola 2 – Sito d’organo di un cancro di nuova diagnosi

AspirinaNo-Aspirina
Testa e collo76
Polmone5637
Seno129
Esofageo96
Gastrico5549
Colon6650
Epato, biliare, pancreatico5450
Urinario1613
Prostata2221
Utero85
Ematologico2623
Altri2314
Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc. Il nome dell'oggetto è RTH2-2-274-g003.jpg
Figura 3
Incidenza cumulativa di cancro gastrointestinale (GI) (A) e cancro non gastrointestinale (B) nel gruppo aspirina e senza aspirina. Il valore P è stato determinato utilizzando il log-rank test. CI, intervallo di confidenza; GI, gastrointestinale; HR, rapporto di rischio

La mortalità totale correlata a cancro di nuova diagnosi si è verificata in 303 e 134 (gruppo aspirina), e 308 e 125 (gruppo senza aspirina) e la mortalità cumulativa correlata al cancro di nuova diagnosi è stata dell’1,96% (1,65-2,31%) nel gruppo aspirina e 1,87% (1,56-2,22%) nel gruppo senza aspirina, rispettivamente.

Nel gruppo aspirina, l’HR per morte correlata al cancro era 1,08 (0,85-1,38) rispetto al gruppo senza aspirina, e il rischio di morte correlata al cancro non differiva significativamente tra i due gruppi (P = 0,527) (Figura 4).

Inoltre, il modello Fine e Gray ha suggerito che la differenza nell’incidenza del cancro di nuova diagnosi tra i due gruppi è diminuita di anno in anno (Figura 5).

Il numero di decessi dovuti a cancro dopo 5 anni di follow-up era relativamente piccolo, ma c’era una tendenza verso un minor numero di decessi nel gruppo aspirina (5 [aspirina] vs 16 [no-aspirina]; dati non mostrati).

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc. Il nome dell'oggetto è RTH2-2-274-g004.jpg
Figura 4
Incidenza cumulativa di morte correlata al cancro nel gruppo aspirina e senza aspirina. Il   valore P è stato determinato utilizzando il log-rank test. CI, intervallo di confidenza; HR, rapporto di rischio
Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc. Il nome dell'oggetto è RTH2-2-274-g005.jpg
Figura 5 Grafico
log-log del cancro di nuova diagnosi nel gruppo aspirina rispetto al gruppo senza aspirina

Informazioni sul diario: Journal of the National Cancer Institute

RIFERIMENTI

1. Antithrombotic Trialists’ Collaboration . Collaborative meta‐analysis of randomised trials of antiplatelet therapy for prevention of death, myocardial infarction, and stroke in high risk patients. BMJ. 2002;324:71–86. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

2. Peto R, Gray R, Collins R, et al. Randomised trial of prophylactic daily aspirin in British male doctors. BMJ. 1988;296:313–6. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

3. Steering Committee of the Physicians’ Health Study Research Group . Final report on the aspirin component of the ongoing Physicians’ Health Study. N Engl J Med. 1989;321:129–35. [PubMed] [Google Scholar]

4. Hansson L, Zanchetti A, Carruthers SG, et al. Effects of intensive blood‐pressure lowering and low‐dose aspirin in patients with hypertension: principal results of the Hypertension Optimal Treatment (HOT) randomised trial. Lancet. 1998;351:1755–62. [PubMed] [Google Scholar]

5. de Gaetano G; Collaborative Group of the Primary, Prevention Project . Low‐dose aspirin and vitamin E in people at cardiovascular risk: a randomised trial in general practice. Lancet. 2001;357:89–95. [PubMed] [Google Scholar]

6. Ridker PM, Cook NR, Lee IM, et al. A randomized trial of low‐dose aspirin in the primary prevention of cardiovascular disease in women. N Engl J Med. 2005;352:1293–304. [PubMed] [Google Scholar]

7. Ogawa H, Nakayama M, Morimoto T, et al.; Japanese Primary Prevention of Atherosclerosis with Aspirin for Diabetes (JPAD) Trial Investigators . Low‐dose aspirin for primary prevention of atherosclerotic events in patients with type 2 diabetes: a randomized controlled trial. JAMA. 2008;300:2134–41. [PubMed] [Google Scholar]

8. Rothwell PM, Wilson M, Elwin CE, et al. Long‐term effect of aspirin on colorectal cancer incidence and mortality: 20‐year follow‐up of five randomised trials. Lancet. 2010;376:1741–50. [PubMed] [Google Scholar]

9. Rothwell PM, Fowkes FGR, Belch JFF, et al. Effect of daily aspirin on long‐term risk of death due to cancer: analysis of individual patient data from randomised trials. Lancet. 2011;377:31–41. [PubMed] [Google Scholar]

10. Rothwell PM, Wilson M, Price JF, et al. Effect of daily aspirin on risk of cancer metastasis: a study of incident cancers during randomised controlled trials. Lancet. 2012;379:1591–601. [PubMed] [Google Scholar]

11. Rothwell PM, Price JF, Fowkes FGR, et al. Short‐term effects of daily aspirin on cancer incidence, mortality, and non‐vascular death: analysis of the time course of risks and benefits in 51 randomised controlled trials. Lancet. 2012;379:1602–12. [PubMed] [Google Scholar]

12. Chan AT, Manson JE, Feskanich D, et al. Long‐term aspirin use and mortality in women. Arch Intern Med. 2007;167:562–72. [PubMed] [Google Scholar]

13. Jacobs EJ, Newton CC, Gapstur SM, et al. Daily Aspirin use and cancer mortality in a large US cohort. J Natl Cancer Inst. 2012;104:1208–17. [PubMed] [Google Scholar]

14. Nan H, Carolyn M, Hutter CM, et al. Association of aspirin and NSAID use with risk of colorectal cancer according to genetic variants. JAMA. 2015;313:1133–42. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

15. Lin CC, Lai MS, Shaw WY. Can aspirin reduce the risk of colorectal cancer in people with diabetes? A population‐based cohort study. Diabet Med. 2015;32:324–31. [PubMed] [Google Scholar]

16. Walker AJ, Grainge MJ, Card TR. Aspirin and other non‐steroidal anti‐inflammatory drug use and colorectal cancer survival: a cohort study. Br J Cancer. 2012;107:1602–7. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

17. McCowan C, Munro AJ, Donnan PT, et al. Use of aspirin post‐diagnosis in a cohort of patients with colorectal cancer and its association with all‐cause and colorectal cancer specific mortality. Eur J Cancer. 2013;49:1049–57. [PubMed] [Google Scholar]

18. Cao Y, Nishimura R, Wu K, et al. Population‐wide impact of long‐term use of aspirin and the risk for cancer. JAMA Oncol. 2016;2:762–9. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

19. Cuzick J, Thorat MA, Bosetti C, et al. Estimates of benefits and harms of prophylactic use of aspirin in the general population. Ann Oncol. 2015;26:47–57. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

20. Bibbins‐Domingo K; on behalf of the US Preventive Services Task Force . Aspirin use for the primary prevention of cardiovascular disease and colorectal cancer: U.S. Preventive Services Task Force recommendation statement. Ann Intern Med. 2016;164:836–45. [PubMed] [Google Scholar]

21. Berger NA, Savvides P, Koroukian SM, et al. Cancer in the elderly. Trans Am Clin Climatol Assoc. 2006;117:147–55. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

22. ganjoho.jp 2017. Available at: http://ganjoho.jp/reg_stat/statistics/stat/short_pred.html. Accessed September 24, 2017.

23. Ikeda Y, Shimada K, Teramoto T, et al. Low‐dose aspirin for primary prevention of cardiovascular events in Japanese patients 60 years or older with atherosclerotic risk factors. A randomized clinical trial. JAMA. 2014;312:2510–20. [PubMed] [Google Scholar]

24. Fine JP, Gray RJ. A proportional hazards model for the subdistribution of a competing risk. J Am Stat Assoc. 1999;94:496–509. [Google Scholar]

25. Li L, Geraghty OC, Mehta Z, Rothwell PM; on behalf of the Oxford Vascular Study . Age‐specific risks, severity, time course, and outcome of bleeding on long‐term antiplatelet treatment after vascular events: a population‐based cohort study. Lancet. 2017;390:490–9. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

26. Cook NR, Lee IM, Gaziano JM, et al. Low‐dose aspirin in the primary prevention of cancer: the Women’s Health Study: a randomized controlled trial. JAMA. 2005;294:47–55. [PubMed] [Google Scholar]

27. Gann PH, Manson JE, Glynn RJ, et al. Low‐dose aspirin and incidence of colorectal tumors in a randomized trial. J Natl Cancer Inst. 1993;85:1220–4. [PubMed] [Google Scholar]

28. Cook NR, Lee IM, Zhang SM, et al. Alternate‐day, low‐dose aspirin and cancer risk: long‐term observational follow‐up of a randomized trial. Ann Intern Med. 2013;159:77–85. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.