Israele e Stati Uniti dopo l’affare Iran

0
1288

Ora che i Democratici al Congresso hanno bloccato un tentativo repubblicano di uccidere l’accordo sul nucleare iraniano, l’attenzione si sta spostando verso quello che l’America deve fare per rassicurare Israele ei suoi sostenitori americani che l’accordo non danneggerà la sicurezza di Israele.
Una maggiore cooperazione tra l’America ei suoi partner regionali, tra cui gli stati arabi del Golfo ed Israele è essenziale per garantire che l’Iran accetti l’accordo che frena il suo programma nucleare in cambio di sanzioni molto più lievi.

L’America ed i suoi partner hanno bisogno di trovare il modo di impedire all’Iran di utilizzare miliardi di dollari, che sono stati congelati in banche estere ma che sono in via di rilascio, per sostenere gruppi  come gli Hezbollah che creano grossissimi problemi all’estero .

Questi sono gli obiettivi di un pacchetto legislativo  in fase di negoziazione tra la Casa Bianca e legislatori democratici.
C’è il rischio alcuni partiti cercheranno di compensare  le aspre tensioni politiche dell’affare Iran e andare troppo lontano…. nel tentativo di compiacere Israele e gli stati arabi del Golfo.
I legislatori repubblicani e altre forze che si oppongono all’accordo Iran hanno chiarito che useranno qualsiasi nuova normativa per cercare di distruggere tale accordo.

Una proposta  avrebbe visto gli Stati Uniti quale fornitore per Israele di una massiccia quantità di ordigni penetranti, o MOP, una bomba di 30.000 chili che potrebbe fare gravi danni per Fordo, l’impianto di arricchimento iraniano costruito in una montagna. Il presidente Obama ha già promesso a Israele una piccola fornitura di 4.444 pound di bombe anti-bunker
Aggiungere MOP al mix sarebbe provocatorio e pericoloso.
Alcuni vogliono anche il Congresso autorizzi formalmente il presidente in anticipo per usare la forza nel caso in cui l’Iran violi l’accordo.
Secondo la legge, i presidenti hanno ampia libertà di intraprendere un’azione militare per conto proprio; Obama ha più volte promesso che non avrebbe permesso all’Iran di ottenere un’arma nucleare ed è pronto a usare la forza se necessario.

Dal 2009, gli Stati Uniti hanno fornito ad Israele più di $ 20 miliardi di dollari in aiuti militari, così come più di $ 3 miliardi di euro per sistemi di difesa missilistica e di $ 1,9 miliardi in munizioni a guida di precisione.
Ha anche promesso che Israele sarà l’unica nazione del Medio Oriente ad avere jet  F-35 avanzati da combattimento.
Per avere il sostegno per l’accordo all’Iran, Obama si è impegnato a rafforzare ulteriormente il rapporto, negoziando un nuovo accordo di sicurezza, che possa rinnovare le assicurazioni verso  Israele quale unico paese della regione con armi nucleari, in modo che possa avere sempre la superiorità militare rispetto ai suoi vicini.
Probabilmente sono inevitabili gli aiuti americani ad Israele,  ma il Congresso sa tali aumenti arrivano in un momento di limiti severi per la spesa federale e senza dubbio richiederà tagli in altri programmi.

L’America ha la responsabilità di contribuire a garantire la sicurezza di Israele e gli alleati del Golfo e di fare in modo che l’Iran aderisca alla trattativa.
Questo non può essere fatto se il Congresso impone restrizioni che conducano l’accordo verso l’implosione o impedire all’amministrazione di approfittare delle aperture di cooperazione con l’Iran.
Il Congresso può essere molto utile per la creazione di un proprio processo di rigoroso di controllo e di implementazione dell’accordo.

L’attenzione sugli obblighi dell’America spesso conduce ad ignorare le responsabilità che Israele e gli stati del Golfo hanno per la sicurezza regionale.
L’Arabia Saudita ha una grossa fetta di colpa per l’ascesa di gruppi estremisti, mentre Israele mina la stabilità non negoziando la pace con i palestinesi.

Alla fine, ciò che è più importante per la sicurezza di Israele è il rapporto con gli Stati Uniti.
Tali legami sono stati messi a rischio dal primo ministro Benjamin Netanyahu e repubblicani del Congresso, che ha polarizzato il dibattito sull’ affare Iran.
Un senso fondamentale di fiducia ha bisogno di essere ricostruito.
Non è chiaro se questo possa avvenire presto ne quante promesse di aiuto e di cooperazione l’ America fa ad Israele.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.