Migranti – Alla ricerca di una distribuzione equa

0
1813

fonte : THE NEW YORK TIMES

I ministri dell’Unione europea ha approvato un piano per 22 settembre finalizzato alla condivisione dell’onere di trasferirsi fino a 120.000 persone provenienti da Grecia e Italia, due dei tre paesi in cui la maggior parte dei migranti sono arrivati in Europa.

Il piano assegna a ogni Stato membro di un certo numero di persone in base alla sua forza economica, la popolazione, la disoccupazione e il numero delle domande di asilo da essa approvati nel corso degli ultimi cinque anni.
In base alle proporzioni indicate nel piano, qui ci sono paesi che hanno già domande di asilo approvate a una velocità …

“superiore alla quota”

Higher than the quota

“inferiore alla quota”

top-maps-less-new-mapFonte: New York Times l’analisi dei dati demografici, economici e di asilo per ogni paese. Nota: Gran Bretagna, Danimarca e Irlanda sono esenti dal nuovo piano di delocalizzazione.

Il piano non è completo: cinque volte il numero di immigrati sono già arrivati in Grecia quest’anno,  50.400 devono essere trasferiti ad altri paesi dal piano. Le quote sono state approvate solo dopo che i voti contrari della Repubblica Ceca, Ungheria, Romania e Slovacchia sono stati annullati.
Jean Asselborn, il ministro degli Esteri del Lussemburgo, ha detto dopo che il piano è stato approvato :
“Avremmo preferito avere l’adozione per consenso, ma non ci siamo riusciti a raggiungere questo,”.
Questi grafici utilizzano le proporzioni rispetto alle quote approvate per valutare quali paesi hanno assunto una quota più elevata rispetto alla proposta stipulata, ma non accolta.

Sulla base delle proporzioni approvate il 22 settembre:

(giallo) Undici paesi avrebbero raggiungere la quota – (rosa) 14 paesi dovrebbero accettare più applicazioni

 

grafico migranti

La popolazione di un paese ed il suo prodotto interno lordo conta per l’80 per cento sulla formula utilizzata per calcolare le quote proposte.
La Commissione europea ha detto che le popolazioni più grandi con economie forti  “sono generalmente considerati più in grado di assumersi le maggiori pressioni migratorie”.
Il grafico qui sotto mostra che, dei paesi più grandi con economie più forti, Germania e Svezia hanno accettato molti più richiedenti asilo rispetto al piano proposto, mentre la Finlandia e la Francia sono dietro.

Bulgaria, Cipro e Malta si distinguono per accettare più candidati rispetto al piano , pur essendo paesi più piccoli e più poveri.

popolazione migranti eu

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.