1 rifugiato siriano su 3 ha documenti falsi! Lo ammettono le autorità tedesche

0
2001

Praticamente un terzo dei richiedenti asilo che arrivano in Europa hanno creato passaporti siriani e ID per rendere la naturalizzazione facile, il governo tedesco ammette implementerà le forze di sicurezza per gestire la crisi dei rifugiati.
527.000 immigrati sono arrivati in Germania quest’anno.
Circa il 30 per cento di questi fingono di essere siriani ma provengono da diversi paesi, Tobias Plate, un portavoce del ministero dell’Interno lo ha dichiarato Venerdì.
La spiegazione è piuttosto semplice: i richiedenti asilo provenienti dalla Siria sono registrati più velocemente.
I dati ufficiali indicano che l’87 per cento dei rifugiati siriani ottiene asilo in Germania. Così l’attività di passaporti falsi siriani e gli ID sono venduti per meno di $ 1.000 a testa creando un fiorente mercato del falso.

1 su 3 falsi id

Le più recenti statistiche comunitarie stimano i siriani costituiscono circa il 20 per cento dei profughi in entrata nella UE, ma dopo un certo numero di passaggi delle frontiere il 90 per cento ha la pretesa provenire dalla Siria.
La scala del ‘fenomeno’ implica che ci sono più di 150.000 rifugiati che sono appena entrati in Europa, la cui vera identità è un mistero per le autorità.
Nella sola Bulgaria, 10.000 falsi passaporti siriani sono stati sequestrati, riporta il Telegraph “, e ciò rischia di essere solo una frazione di quelli in circolazione altrove.”

falsi id pass ue

“Stiamo riscontrando tantissimi passaporti siriani appena fatti”.
Ci sono persone che affermano di provenire dalla Siria, ma non parlano una parola di arabo “, ha detto il ministro dell’Interno tedesco Thomas de Maizière ai  giornalisti a Berlino questo Venerdì.
De Maizière, lo ha fatto alla ribalta di quanto accaduto il giovedì riconoscendo che la crisi dei rifugiati era “fuori controllo” e  riconoscendo che, anche se un richiedente asilo non è dalla Siria,  potrebbe ricevere in ogni caso lo  status di rifugiato dopo essere stati adeguatamente trattati.
“Qualunque sia la velocità della procedura, per ragioni di equità, giustizia e sicurezza , tutto questo processo di riconoscimento quale rifugiato deve essere fatto con sincerità”, questo è quanto affermato dal ministro, esortando i migranti ad essere sinceri sulla loro identità.

De Maizière  in un’intervista del Venerdì con il Washington Post ha affermato :che la disponibilità di Berlino ad ospitare i migranti è stata male interpretata da persone provenienti da paesi devastati da conflitti.
Da una parte, “non possiamo chiudere l’Europa”
Ma d’altra parte, “non possiamo aprire l’Europa del tutto per milioni e milioni di persone povere nel mondo o anche per tutti coloro che provengono da zone di conflitto. Impossibile “,  chiedendo poi una modifica del sistema europeo per i rifugiati.
Berlino intende tagliare  le erogazioni in denaro ai rifugiati, fornendo loro cibo,ed impegnandosi in un percorso di  “ricongiungimento familiare” , promettendo “anni” di aiuti a tutti coloro che vorrebbero portare i loro parenti in Germania dopo il ricevimento di status di rifugiato.
“Il numero è troppo grande”, ha detto il funzionario. “Deve essere controllato.”

Nel mese di agosto, de Maizière ha detto che la Germania ha stimato che quest’anno circa 800.000 rifugiati entreranno in Germania producendo un “effetto collaterale”.
In poche parole ha inviato un messaggio ai migranti, questa è la loro ultima possibilità, perché dopo  800.000 la porta di ingresso si chiuderà .
Quindi c’è stato un enorme effetto di richiamo.
” Per mettere la Germania con i suoi benefici lucrativi fuori la lista dei desideri dei migranti in arrivo, de Maizière ha proposto di elaborare uno standard di benefici valido in tutta la UE , con un minimo fisso e cifre massime, rendendo così tutti i paesi allo stesso modo attraenti.
“Dobbiamo trovare una soluzione comune europea”, ha detto.
“Alla fine, avremmo bisogno di avere gli stessi benefici sociali.”

CO4G84oWwAAqAGy

Thomas de Maizière ha detto l’Europa potrebbe non solo ridistribuire alcuni dei 120.000 richiedenti asilo provenienti dalla Grecia e l’Italia, ma anche il trasporto aereo da 500.000 a 1 milione di rifugiati provenienti da zone di conflitto.
Tuttavia, non tutti i funzionari europei si sentono ospitali come il ministro dell’Interno tedesco.
Reuters cita un altro ufficiale dell’UE  : come dire, “l’Europa vuole condividere la sua quota di rifugiati e lo farà, ma i siriani dovrebbe rimanere il più vicino possibile alle loro case.”

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.