Eliminare un contatto da Facebook un reato ? – Prima condanna in Australia

0
1604

L’eliminazione di un amico su Facebook potrebbe avere gravi conseguenze, dopo che un tribunale del lavoro australiano ha condannato  di mobbing  una donna in Tasmania che aveva cancellato l’amicizia di un collega sul social network dopo un litigio.

La Commissione del tribunale ha stabilito che Lisa Bird, che lavora presso il  View estate agency di Launceston, era colpevole di bullismo verso l’amministratore vendite Rachel Roberts.
Bird è stata accusata di mostrare una “mancanza di maturità emozionale” per non  avere il coraggio di dire “buongiorno” al suo collega e, successivamente per averla eliminata  dalle amicizie di Facebook.

Bird ha deciso di cancellare  Roberts dopo un litigio.
Roberts si era lamentata che la Bird, moglie del principale dell’agenzia, James Bird, aveva agito in modo aggressivo verso di lei per umiliarla davanti agli altri lavoratori.
Bird ha chiamato la Roberts un “scolaretta impertinente che corre dall’insegnante.”

Roberts successivamente ha controllato il social network per vedere se la sua collega di lavoro aveva scritto qualcosa sulla piattaforma Facebook inerente il litigio.
Roberts ha scoperto che la Bird aveva deciso di eliminare il suo contatto dalle amicizie.
…..
“Il commento ‘studentessa’ … è la prova di un modo totalmente inadeguato per trattare con la signora Roberts, poichè rappresentava un modo provocatorio e scortese. Io sono del parere che la signora Bird ha avuto modo di sanare la vicenda con la signora Roberts il 29 gennaio 2015, quando rimosse la Robert dalla lista di amicizie su Facebook “, il tribunale ha dichiarato, come citato dal News.com.au.

Tuttavia, i legali si sono rifiutati di dire che l’eliminazione di qualcuno da Facebook costituisce automaticamente bullismo.

Josh Bornstein, avvocato presso lo studio di Maurice Blackburn, ha detto a ABC News : “La  Commissione del tribunale non ha affermato che rimuovere l’amicizia di qualcuno su Facebook costituisce mobbing,”

“Quello che la  Commissione del tribunale ha accertato è che un modello di comportamento irragionevole,  ostile e sminuitorio, per di più  perpetrato per un periodo di due anni,  ha costituito un atto di mobbing”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.