2300 carri blindati USA sequestrati dall’ISIS A Mosul

0
2637

2.300 Humvee abbandonati in Mosul’: Iraq rivela il numero delle armi statunitensi adute nelle mani dell’ISIS

L’Iraq ha ammesso che i jihadisti dell’ISIS hanno catturato enormi depositi di armi made in Usa, tra cui migliaia di Humvee sequestrati da parte delle forze irachene in ritirata da Mosul lo scorso anno.
Il bottino di guerra è da allora utilizzato dall’ ISIS per guadagnare terreno in Iraq e la Siria.

“Nel crollo di Mosul, abbiamo perso un sacco di armi”, ha detto il primo ministro Haider al-Abadi in un’intervista alla tv di stato Iraqiya. “Abbiamo perso 2.300 Humvee solamente a Mosul .”

Lo stato islamico (IS, già ISIS / ISIL) ha catturato la seconda città dell’Iraq di Mosul, nel giugno 2014, mentre le forze governative si ritirarono dalla roccaforte sunnita del paese.
Il numero di potenziali armi pesanti e leggere abbandonate dall’esercito iracheno rimane sconosciuto, ma negli ultimi dieci anni gli Stati Uniti ha venduto migliaia di veicoli armati agli iracheni, oltre a carri armati e altri armamenti.

Proprio questo mese il Pentagono ha stimato che almeno una mezza dozzina di carri armati sono stati abbandonati quando le forze di Baghdad hanno perso Ramadi, oltre a pezzi di artiglieria, e circa 100 Humvee.
Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno approvato nuove consegne di armi agli iracheni lo scorso dicembre per ricostituire lo stock saccheggiato  dall’ IS.
Un contratto consente la vendita di 175  M1A1 Abarams valore di $ 12400000000, mentre un altro approva la consegna di 1.000 Humvee, dotate di mitragliatrici calibro M2.50 e MK-19 lancia granata da 40 millimetri .

Sono esattamente i tipi di armi che vengono utilizzate per conquistare estese fette di territorio sia in Iraq che in  Siria settentrionale.
In effetti il primo uso  degli  US-Humvee in territorio siriano è stato segnalato l’anno scorso poco dopo Mosul è caduta in mano agli jihadisti.

A metà maggio l’IS ha ottenuto il controllo della capitale della provincia di Anbar, dove  le forze Irachene hanno tenuto fuori i militanti per più di un anno.
Si sono inoltre assicurati il controllo di Palmyra in Siria, attuando molte esecuzioni.

armi isis iraq

Brennan ha detto in un’intervista alla CBS ‘Face the Nation. “Abbiamo visto una crescente forza – Sono ritornato da un’attività di intelligencesvolta nella scorsa settimana, per dare un’occhiata a ciò che sapevamo e quando sapevamo  sull’ ISIS e dei suoi movimenti all’interno di Iraq e Siria,”
Il successo ISIS è dovuto da molteplici fattori tra cui la particolare la mancanza di leadership in alcune unità irachene oltre che il  supporto logistico necessario per combattere gli estremisti.
Dan Glazebrook, scrittore politico e giornalista, ha detto RT : “La caduta degli Humvee nelle mani dell’ IS è diventato un punto di svolta nella guerra del gruppo contro le forze governative in Siria”
I veicoli “hanno dato questa spinta enorme alle forze di ISIS,  intensificando la guerra contro la Siria.

Che cosa è successo a Mosul lo scorso anno ” è in sintonia con la traiettoria generale della politica britannica e statunitense di appoggiare questo tipo di forze [settarie] ”

Lo scrittore ha anche affermato che tutta la vicenda Humvee potrebbe essere stata orchestrata dall’estero, sottolineando che l’hardware militare e munizioni “sono state lasciate durante un conflitto … e non ogni incidente in questa guerra è necessariamente una pretestuosa progettazione.”
Tuttavia, Glazebrook ha detto che ritiene che il il conflitto è una parte della politica occidentale per la destabilizzazione dei paesi in via di sviluppo  e che Libia e Siria sono parte di questa strategia.

“La strategia dell’ occidentale di usare queste  ‘squadre di morte’ settarie per destabilizzare e distruggere le società del Medio Oriente e del Nord Africa  impedendogli di raggiungere l’indipendenza ed agendo come un gruppo unito … questa strategia è in realtà rivolto al Sud del mondo nel suo complesso, è parte della guerra contro l’ascesa dei paesi della BRICS ”

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.