Germania – Default preannunciato

0
1600
German Chancellor Angela Merkel and Deutsche Bank-CEO Anshu Jain

Anshu Jain, il CEO congiunto della più grande banca tedesca, nel mese di Aprile  ha annunciato le sue dimissioni  dalla  Deutsche Bank con due anni di anticipo – la dodicesima a livello mondiale in termine di attività finanziarie.
Juergan Fitschen resterà accesa fino a maggio del prossimo anno.
Lo scorso anno Deutsche Bank, come molte banche internazionali, è stata identificata come una delle banche implicate in un gran numero di pratiche dedite dalla manipolazione dei tassi di interesse, per i quali l’impresa è stata multata di $ 2,5 miliardi nel mese di aprile, condannata per evasione fiscale e il riciclaggio di denaro a “mis selling “dei derivati.
La posizione in derivati ​​di Deutsche Bank è veramente enorme.
E ‘stata stimata di recente in  circa $ 54.000.000.000.000 (54 mila miliardi).
Il PIL della Germania, la quarta più grande del mondo, è semplicemente di  $ 3.640.000.000.000 (tremila 640 miliardi) nel 2015.

DB Total Derivative Exposure Dec 31 2013_0

DB derivati e Pil EU
DB derivati e Pil EU

Una tale esposizione della banca centrale tedesca, può creare effetti devastanti nell’area dell’Europa e di tutte le nazione ad essa collegate, creando un’onda di tzunami in tutto il sistema finanziario mondiale.

Si tratta infatti di un’esposizione pari a 5 volte il pil europeo e quasi uguale al pil mondiale.

E ‘per questo motivo che Warren Buffet ha descritto derivati ​​come WMD o “armi finanziarie di distruzione di massa.”
Il mercato globale dei derivati ​​è molto complesso, totalmente non regolamentato e spaventosamente grande.

Sono numeri che è bene ricordare per respingere al mittente, una volta per tutte, le sollecitazioni sui «compiti a casa» della signora Angela Merkel.

Un gesto che il premier Matteo Renzi dovrebbe fare con meno esitazione del ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che soltanto ora scopre che il Fiscal Compact è sbagliato. Le rivelazioni di Snyder confermano che la politica bancaria e monetaria dell’Europa, portata avanti finora con misure d’austerità che hanno provocato recessione e disoccupazione, in realtà ha avuto come obiettivo prioritario quello di salvare la maggiore banca tedesca.

È per questo che l’Italia ha versato 4 punti di pil (60 miliardi presi con maggiori imposte dal governo Monti) al Fondo Salva-banche.

Ed è anche per questo che la Bce di Mario Draghi sta regalando alle banche un fiume di miliardi a tasso zero, denaro che di sicuro sta irrorando i caveaux della Deutsche Bank, ma non ha minimamente risvegliato gli investimenti e la ripresa.

Uno dei leader a livello mondiale dei derivati , Paul Wilmott, che ha conseguito un dottorato in matematica applicata dalla Oxford University, ha avvertito che il cosiddetto valore nozionale del mercato dei derivati ​​in tutto il mondo è di oltre $ 1,4 quadrilioni.
Un quadrilione è una figura incomprensibilmente enorme: si tratta di 1.000 volte un trilione o 1 con 12 zeri.
Un trilione è 1.000.000.000.000 e un quadrilione ha 15 zeri – 1.000.000.000.000.000.
Il prodotto interno lordo annuo di tutto il pianeta è compreso tra $ 50.000.000.000.000 e $ 60.000.000.000.000.
Così, il valore nozionale dei derivati ​​è dei mercati è più di 23 volte la dimensione del valore di tutti i beni e servizi scambiati in un’economia globale in un anno intero.
La crisi in Grecia, i brontolii del mercato obbligazionario globale ed il coinvolgimento della quarta banca d’Europa oltre la minaccia rappresentata dalle ‘armi finanziarie di distruzione di massa’ dovrebbero essere motivo di preoccupazione.
Altro motivo è la riduzione degli stanziamenti ai mercati azionari e obbligazionari e aumentare gli stanziamenti per l’oro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.