Egitto : Video controllo in Moschee e su Predicatori per affrontare l’islamismo

0
1123

L’ Egitto ha intensificato gli sforzi in tutto il paese per frenare l’estremismo e prevenire la radicalizzazione attraverso una campagna aggressiva di sorveglianza e monitoraggio di predicatori.

Dal mese di agosto di quest’anno, le telecamere sono state collocate all’interno delle moschee in tutto l’Egitto, a cominciare da quelli principali prima che fossero distribuite alle moschee in tutto il paese.

Le telecamere servono per controllare sermoni e altre attività della moschea al fine di individuare e rispondere rapidamente al pensiero islamista e la propagazione al loro interno.

Il Ministero della Dotazioni religiosi già chiuso circa 27.000 moschee non autorizzate al fine di consolidare tutti i luoghi religiosi di culto sotto l’autorità governativa. Il governo ha sostenuto che nelle moschee non regolamentate è stata riscontrata una proliferazione di predicatori radicali e di giovani seguaci rivolti all’estremismo.

Il governo ha anche proscritto tutti i testi della Fratellanza Musulmana dalle biblioteche nelle moschee e vietato alle librerie di ottenere nuovi libri senza l’approvazione del governo.

Controllo dei predicatori :  Solo quelli con un permesso dal ministero delle Dotazioni religiosi in grado di fornire sermoni o insegnare.
Tutti gli imam sono stati costretti a firmare un modulo ripudiando i Fratelli Musulmani e tutti i gruppi terroristici.

Da quando il presidente Abdel-Fattah el-Sisi è stato eletto l’Egitto è stato impegnato in una lotta disperata contro l’islamismo. Dal mese di ottobre 2014, il governo egiziano ha riconosciuto ufficialmente lo Stato islamico come un discendente ideologica dei Fratelli Musulmani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.