La Giordania si scaglia contro Israele per le morti palestinesi, necessario l’intervento del mondo

0
1085

Amman accusa Israele di violazioni dei diritti umani, mette in guardia su ripercussioni per ulteriori violenze; PA cerca protezione delle Nazioni Unite

La Giordania  Venerdì ha emesso una ferma condanna per la morte di palestinesi per mano delle forze di sicurezza israeliane e per la violenza in corso, promuovendo la violazione dei diritti umani e sollecitando un intervento internazionale.

Il Ministro di Stato per gli Affari Mediatici e Comunicazioni ,Mohammad Momani,  ha espresso sdegno per l’uccisione e il ferimento di molti palestinesi per mano di quello che ha definito “l’aggressione israeliana in corso contro il popolo palestinese”, lo ha riferito l’agenzia di stampa giordana Petra.

Momani ha detto che l’uccisione di cittadini palestinesi è stato uno di una serie di crimini di Israele contro il popolo palestinese.
Egli ha attribuito le violenze a “la potenza occupante in Cisgiordania e a Gaza,” – fonte : Radio Israele .

Il ministro, che è anche portavoce del governo, ha invitato la comunità internazionale a prendere misure immediate per costringere Israele a porre fine alla sua aggressione.
Egli ha anche avvertito sulle ripercussioni conseguenti alle continue aggressione israeliane contro i palestinesi.

Nelle ultime settimane Jordan ha emanato diverse veementi condanne  verso Israele, con il re Abdullah ha raccontato che il mese scorso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite  il suo paese “respinge le minacce per i luoghi santi ed il carattere arabo di questa città santa [di Gerusalemme].”

Radio Israele ha riportato che il primo ministro palestinese Rami Hamdallah ha  anche chiesto l’intervento internazionale il Venerdì,  le Nazioni Unite devono fornire protezione per i palestinesi.
Parlando in un sito web di notizie locali, Hamdallah ha sostenuto che i palestinesi avevano il diritto di difendersi, sia sulla loro terra che nei loro luoghi sacri.

Almeno sette palestinesi sono stati uccisi Venerdì dalle forze di sicurezza israeliane, tra cui sei persone che sono state uccise lungo la recinzione di confine che separa Israele da Gaza.
Un altro palestinese è stato ucciso dalla polizia in Cisgiordania dopo aver accoltellato e ferito un ufficiale a Kiryat Arba, vicino a Hebron.

Israele è stato alle prese con una crescente ondata di attacchi terroristici, e ha accusato l’Autorità palestinese, tra gli altri, di incitamento alla violenza attraverso la diffusione di “bugie” sui ipotetici piani israeliani per cambiare lo status quo al Monte del Tempio e permettere la preghiera ebraica.
Israele nega qualsiasi intenzione.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.