PM ad Abbas: Stop ai discorsi incendiari sul monte del tempio

0
1029

Israele crede che le altissime tensioni sul sito sono alla base della ripresa  della massiccia violenza nelle ultime settimane.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha passato un messaggio al presidente dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas per chiedergli di smettere di fare dichiarazioni incendiarie circa il Monte del Tempio, il sito punto di infiammabilità di Gerusalemme santa per ebrei e musulmani è stata teatro dei recenti e molteplici scontri tra Israele ed i palestinesi.

Netanyahu ha inviato il suo assistente personale Yitzhak Molcho con Yoav Mordechai, il coordinatore delle attività del governo israeliano nei territori, per fare la richiesta tramite collaboratori di Abbas, il Canale 2 della televisione lo ha riferito Venerdì.

Israele crede che la rabbia dei musulmani su presunti piani per cambiare il fragile status quo del  sito è alla radice degli scontri ed attacchi terroristici,  cercando di porre fine a tutte le osservazioni che incitano ulteriori violenze.
Gli ebrei possono visitare il Monte del Tempio, che è il luogo tradizionale dei Templi ebraici, ma non si può pregare.
Il sito, che ospita la moschea di al-Aqsa, è amministrato dal Waqf musulmano.

Abbas nelle scorse settimane ha espresso indignazione per le presunte alterazioni nelle disposizioni sul Monte del Tempio, ignorando le smentite di Israele su eventuali piani di cambiamento.
Parlando all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il mese scorso, il leader palestinese ha detto che “gruppi estremisti” israeliani stavano visitando l’area sotto protezione di sicurezza di Israele e ha accusato Israele di cercare di imporre una nuova realtà e dividere il complesso.

Ha accusato le “forze di occupazione” israeliane di entrare nel sito, pribendo ai fedeli musulmani di esercitare i loro diritti religiosi.
Tali politiche, ha detto, potrebbe portare ad una “implosione” nella regione.

Il mese scorso Abbas ha anche causato l’indignazione in Israele , quando ha accusato gli ebrei di “dissacrare” il sito con i loro “piedi sporchi”.

Netanyahu, in una conferenza stampa, a seguito di una serie di attacchi terroristici palestinesi, ha sottolineato i commenti di Abbas come parte dell’incitamento che ha spinto il terrorismo, e ha detto di sperare che Abbas  cambi la sua melodia.

Il capo delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha fatto un appello al presidente PA per attenuare le sue osservazioni sul monte di fronte alle crescenti tensioni.

Nel frattempo, i funzionari della sicurezza israeliana hanno visto gli sforzi di Abbas a “abbassare le fiamme” e calmare le tensioni.

Un funzionario ha detto che il problema affrontato oggi sia da israeliani che dai palestinesi è come affrontare il “terrorismo del lupo solitario” – attacchi da individui che non sono supportati da un gruppo terroristico e che decidono di agire in modo indipendente, la ha riferito Radio Israele.

L’apparato di sicurezza è ora preparando per eventuali sviluppi provenienti dalla Striscia di Gaza. Secondo la radio dell’esercito, i gruppi islamici nella Striscia continuano a pungolare l’opinione pubblica palestinese ad agire con violenza contro Israele.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.