Sfida per gli Stati Uniti: Russia e Iran Alleanza è ‘cambio – gioco’ in Medio Oriente

0
1022

La politica russa in Medio Oriente sta diminuendo l’influenza statunitense nella regione, lo ha dichiarato il generale ed analista  militare Jack Keane degli US.

La dichiarazione è stata fatta sulla formazione dei rapporti tra Mosca e Teheran.

“L’alleanza con l’Iran è un cambio di gioco assoluto e le implicazioni strategiche di  sono molto significativi.
Avrà un impatto ogni paese della regione che saprà avere rapporti con la Russia in contrasto con i rapporti di lunga data che avevano con gli Stati Uniti ”

Egli ha aggiunto che gli Stati Uniti rimarranno un giocatore nella regione.

‘La Russia sta difendendo l’Europa combattendo i  terroristi in Medio Oriente’
“Ma il nostro ruolo in Medio Oriente sta per essere ridotto in modo significativo”, lo ha sottolineato.

Secondo Keane, è ovvio che il presidente russo Vladimir Putin ritiene la NATO un alleato lungo i confini della Russia e non come una minaccia per la Russia.
Egli ha detto che l’obiettivo ultimo della politica di Putin è quello di rompere la NATO.

In precedenza, durante la testimonianza al Senato, il generale ha accusato la Russia di condurre una guerra per procura contro gli Stati Uniti in Siria.

In precedenza, ha anche detto che la strategia americana in Siria era povera, e ha sostenuto gli attacchi aerei russi contro i militanti dello Stato islamico (ISIL)  in Siria. Tuttavia, come ha aggiunto, gli Stati Uniti dovrebbero anche essere coinvolti nell’operazione.
L’approccio americano in Siria non è stato efficace, e se gli Stati Uniti continueranno ad utilizzare questa strategia avrebbero perso, il generale lo ha detto a Fox News.
Il 30 settembre, la Russia ha lanciato attacchi aerei contro le installazioni ISIL in Siria. L’operazione è stata richiesta da parte del governo siriano.
Sono stati usati  jet da attacco Su-25, Su-24M e Su-34 , e Su-30 mq caccia a reazione.
La coalizione guidata dagli Stati Uniti ha lanciato attacchi aerei anti-ISIL-in Siria nel settembre 2014, senza l’autorizzazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e il governo siriano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.