GERUSALEMME : sventato attacco di due ragazzi palestinesi

0
1048

Un agente di polizia ha arrestato due adolescenti palestinesi Martedì nella Città Vecchia di Gerusalemme e confiscato un’ascia e un coltello multiuso che erano nascosti addossi, e con cui intendevano effettuare un attacco, lo ha detto la polizia.

Il sospetto dell’ufficiale è stata sollevato dalla vista dei due, di età compresa tra 16 e 17, in piedi su un angolo di strada che osservavano i passanti, lo  ha letto una dichiarazione della polizia.

Gli adolescenti, residenti del quartiere arabo di Gerusalemme est di A-Tur, sono stati trasferiti in una struttura di sicurezza per l’interrogatorio.

All’inizio della giornata, la polizia ha arrestato due donne palestinesi che portavano grandi coltelli  vicino alla Tomba dei Patriarchi nella città cisgiordana di Hebron.

Quando sono stati fermati dalla polizia, i due hanno rifiutato di presentare i documenti  ed hanno cominciato a gridare, “Siamo venuti per liberare la Palestina” – il tutto è accaduto al  checkpoint Tzalbanit vicino al luogo sacro – un portavoce della polizia Luba Samri lo ha dichiarato.
Gli agenti della polizia di frontiera sul luogo hanno arrestato la coppia e hanno trovato due coltelli nella borsa della donna.

Sono stati portati alla stazione di polizia del Distretto di  Hebron  per un ulteriore interrogatorio.

In un altro incidente di Martedì, un detective della polizia di Gerusalemme ha notato un adolescente arabo mentre camminava “in modo sospetto” dietro ad alcuni agenti di polizia nella Città Vecchia. Il detective ha fermato il 15enne trovandogli un righello  intagliato ed affilato.
L’adolescente è un residente del quartiere di Silwan a Gerusalemme Est, è stato arrestato e portato alla vicina stazione di polizia del distretto di David  per un interrogatorio.

Lunedi ‘sera, le forze di sicurezza israeliane hanno fatto più arresti e sequestrato diversi fucili d’assalto e altre armi in raid in diverse città palestinesi, un ufficiale dell’esercito lo ha detto.

I soldati della Brigata Kfir Duchifat Battaglione hanno trovano molte armi in T’lat, un piccolo paese a sud della città cisgiordana di Qalqilya, nel corso di un’operazione per arrestare palestinesi sospettati di aver preso parte a manifestazioni violente.

Il sequestro ha incluso un  fucile d’assalto M-16, una pistola, gli ambiti da cecchino e fucili da caccia, munizioni e coltelli, una portavoce dell’IDF lo ha detto al Times di Israele.
Dato che l’inchiesta è ancora in corso, l’IDF non ha ufficialmente comunicato il nome dell’organizzazione responsabile, ma una bandiera di Fatah, nonché altro materiale di propaganda dell’ala militare del gruppo palestinese sono stati  trovati sulla scena.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.