Iran Vuole lo Scontro Mondiale : marcia indietro, si ferma lo smontaggio delle centrifughe

0
1156

La mossa arriva dopo che i parlamentari della linea dura si sono opposti allo smantellamento, dicendo che la guida suprema Khamenei ha fatto obiezione.

Dopo aver annunciato la scorsa settimana che stavano spegnendo le centrifughe ormai inattive in due impianti di arricchimento dell’uranio, l’Iran ha cambiato idea ed ha fermato lo smantellamento.
La mossa arriva dopo che i parlamentari integralisti hanno contestato lo smantellamento.

In una lettera scritta al presidente iraniano Hassan Rouhani, i 20 legislatori hanno detto la disattivazione  delle centrifughe era in diretta contraddizione con le istruzioni emanate al paese dal leader supremo Ayatollah Ali Khamenei.

In tali istruzioni, Khamenei ha delineato nove condizioni che devono essere soddisfatte prima che l’operazione fosse stata adottata dall’Iran.
Le condizioni ammontano a abnegazione virtuale di una serie di responsabilità dell’Iran come precisato nel contratto, in particolare per quanto riguarda la riduzione delle sue capacità di arricchimento.

Iran-Nuclear-Equipment-Seized-in-Spain-HP_1
Inoltre, Khamenei ha detto che l’accordo potrebbe essere attuata solo dopo il corretto ridimensionamento delle forze militari (PMD) relative al programma nucleare iraniano precedentemente decise.

L’Agenzia internazionale dell’energia atomica (AIEA) è stato incaricata di investigare  sul PMD ed annunciare i suoi risultati entro il 15 dicembre.

Monitorare l’Iran ed i suoi obblighi o più attentamente il suo mancato rispetto dell’accordo nucleare – non è cosa  nuova.
Questa ultima mossa segue i test della Repubblica Islamica durante il mese scorso sull’uso di missili a lungo raggio,  missile balistico surface-to-surface, armi il cui unico scopo è quello di consegnare un’arma nucleare.

Secondo l’accordo, l’Iran ha accettato “, che in nessun caso” intende “mai di cercare, sviluppare o acquisire armi nucleari.”

Questo enorme violazione è stata accolta dalle potenze mondiali come uno schiaffo, infatti da una parte gli Stati Uniti hanno incaricato il suo ambasciatore alle Nazioni Unite a “preparare una relazione” sull’incidente per il Consiglio di Sicurezza e dall’altra le acrobazie burocratiche degli USA dichiararono che c’erano “forti indicazioni “il test ha violato una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ma tecnicamente non l’accordo.
Come un bullo prepotente agisce su dei nuovi bambini al loro primo giorno di scuola, l’Iran ha trovato la sua risposta: I bambini sono un avversario facile.
Solo in questo caso, ciò che è in gioco per il resto del mondo non è solo un occhio nero, ma le armi nucleari nelle mani di un regime islamista fanatico intenzionato a soddisfare le apocalittiche profezie della fine dei tempi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.