Arabia Saudita Impone i Propri Piani sulla Siria

0
1642

Ci sono sia rappresentanti del governo che dell’opposizione nella lista delle cifre per il nuovo governo siriano proposto dall’Arabia Saudita, secondo Randa Kassis, leader del Movimento per una società pluralistica.

L’Arabia Saudita sta cercando di imporre alla Siria un proprio piano per il governo di transizione, Randa Kassis, leader del Movimento per una società pluralistica, lo ha detto Giovedi.

Secondo l’Arabia Saudita, attualmente ci sono quattro liste di potenziali candidati alla delegazione dell’opposizione siriana per i colloqui con il governo siriano.

Ci sono quattro liste, tra cui una proposto dalla Russia, quella proposto dall’Egitto, una per l’Arabia Saudita, e una per gli Stati Uniti.
L’Arabia Saudita non ha presentato le sue proposte, ma ha dato i nomi delle persone che vuole che siano nel nuovo governo, compresi i rappresentanti di entrambe le attuali autorità e l’opposizione ; lo ha detto Kassis in una conferenza stampa ospitata dal Rossiya Segodnya agenzia di informazioni a Mosca.

“Certo, l’Arabia Saudita è un player significativo, ma il popolo siriano non può lasciare che qualsiasi altro paese – come l’Arabia Saudita – ci imponga l’intero staff”, ha sottolineato.

Un incontro tra il governo siriano e una delegazione dell’opposizione dovrebbe essere organizzata in un “luogo neutro”, ha aggiunto Kassis.

I partecipanti al convegno internazionale sulla Siria a Vienna di Sabato hanno convenuto che la prossima tornata di colloqui tra il governo e l’opposizione dovrebbe avvenire prima del 1 gennaio 2016.
Nei prossimi mesi, il governo siriano e l’opposizione dovrebbero concordare il governo di unità nazionale  ed entro 18 mesi il paese dovrebbe tenere le elezioni in conformità con una nuova costituzione.
L’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Staffan de Mistura, ha detto a Vienna che i partecipanti dei colloqui avrebbero contribuito a formare con  l’opposizione siriana una delegazione per ulteriori colloqui con il governo.

La Siria è stata inghiottito in un conflitto armato dal marzo 2011.

Secondo le Nazioni Unite, più di 220.000 persone sono state uccise.
Le forze governative hanno combattuto contro i vari gruppi militanti, compreso lo Stato Islamico (ISIL) ed al-Nusra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.