REPORT ESCLUSIVO – Israele Air Force : Nessun paese può resistere alla sua potenza di fuoco

0
1609

IAF – Base aerea di Tel Nof punte di diamante per un eventuale massiccia capacità di attacco di questa settimana; “Siamo in grado di colpire migliaia di bersagli in pochi giorni in una futura guerra”, dice fonte di alto livello.

Tel Nof Air Base, centro di Israele, Martedì: Una sirena suona in tutta la base, soldati, tecnici, personale di terra, piloti  stanno affinando le loro risposte a un attacco aereo finto su questo obiettivo strategico a sud della città di Rehovot.

E’ stata solo una simulazione , ma importante, per un conflitto su vasta scala sul fronte settentrionale.

Gli addestramenti sono un sistema validissimo per  addestrare gli equipaggi della base ad agire nel massimo dell’efficacia e velocità nell’eseguire tutte le operazioni per montare i kit di bombe guidate e sfornare centinaia di armi a guida di precisione al giorno.

“Si tratta di una catena di montaggio, la produzione di bombe”, un alto ufficiale IAF dal ramo tecnico lo ha detto.

In ogni conflitto, i jet F-15 da combattimento che operano fuori di Tel Nof devono  cercare di decollare più volte al giorno caricando i loro armamenti nel più breve tempo possibile per poter consentire alla forza aerea di sparare migliaia di bombe a guida di precisione sul nemico  ogni giorno.

Di questo passo, nel giro di pochi giorni, migliaia di obiettivi Hezbollah sarebbero in fiamme, a condizione che l’intelligence possa identificare sufficienti obiettivi.

Gli obiettivi vengono segnalati prima dello scoppio delle ostilità, e il database può crescere durante i combattimenti.

“Vogliamo attaccare più bersagli possibili nel più breve tempo possibile. Migliaia di obiettivi. In 24 ore, possiamo inviare migliaia di bombe da Israele, ciascuno del peso di una tonnellata “, l’ufficiale ha aggiunto.

Accanto a lui, i soldati di diverse unità e settori tecnici, che indossando gilet colorati con i  nomi dei loro ruoli stampati attraverso loro, hanno lavorato velocemente.

Si muovevano MK-84 bombe (soprannominato “la grandine pesante” nel IAF) su carrelli elevatori ad un tavolo di montaggio e sistemi di guida installati sulle bombe.

Possono produrre centinaia di munizioni di attacco diretti congiunti. “Stanno salvaguardare i loro prontezza operativa”, ha detto la fonte.

Ogni bomba, che contiene una testata 430 chilogrammi, può livellare un grattacielo.

“Se lasciamo cadere migliaia di bombe come queste, non vi è uno stato che non si arrenda. Questa è la potenza di fuoco delle potenze mondiali “, ha dichiarato la fonte.

Durante l’esercitazioni, le bombe sono sottoposte a test di valutazione della qualità rapida per garantirne il corretto funzionamento.
Quelle che passano ricevono un piccolo adesivo smiley, indicando che le munizioni sono pronte per l’uso.

L'”Operazione di protezione del bordo [a Gaza 2014] non è stato un banco di prova per noi. Israele può lanciare molto più bombe di questo tipo e consegnarle sugli obiettivi “, ha detto la fonte, aggiungendo che i moderni sistemi di guida possono colpire con meno di un metro di tolleranza i loro obiettivi, da un’altitudine di 30.000 piedi.Bombe pre-preparati possono essere rapidamente caricate su due squadroni di jet F-15 della base.

“L’avionica, comunicazioni, comando e controllo, e le capacità di missione sono tutti in linea con il 2015”, ha detto la fonte.

Le squadre hanno due ruoli: per intercettare un aereo nemico e lanciare attacchi aria-terra  su obiettivi nemici.

Gli F-15 di Tel Nof hanno colpito circa 1.000 obiettivi Hamas e della Jihad Islamica durante i conflitti mell’estate dello scorso anno a Gaza – circa un quinto di tutti i bersagli colpiti da Israele.

Alla domanda se l’IAF vorrebbe ricevere un nuovo squadrone di F-15, una possibilità sollevata nei colloqui tra Israele e gli Stati Uniti sul pacchetto della difesa del prossimo decennio, ha detto la fonte, “Tutti in IAF saranno felici di ricevere un altro  squadrone di F-15 .”

Tel Nof è anche sede di squadroni di Yasur (CH-53 Sikorsky) elicotteri da trasporto, che si possono rifornire di carburante a mezz’aria e spostare circa 50 soldati in un unico volo, o una squadra di Israel Aerospace Industries fatti ricognitori telecomandati Heron TP.

l droni sono in fase di “sviluppo enorme, sia in termini di quantità che sulle capacità,” ha detto la fonte.
“Abbiamo messo tutto ciò che si può mettere su un drone sulla Eitan”, ha detto la fonte, utilizzando il nome della IAF per la Heron TP. “E non si stanca.”

L’altitudine elevata, ed un drone da  lungo raggio possono osservare bersagli nemici dall’alto e agire come strumento di intelligence cruciale, ha detto la fonte.

Parlando del conflitto siriano e della presenza della Russia, la fonte ha riferito che  l’arrivo dei russi rappresenta l’introduzione di un “giocatore nuovo e centrale.
Siamo interessati ad effettuare operazioni separate ed indipendenti; un approccio ‘vivi e lascia vivere’.

Il meccanismo di coordinamento tra Israele e Russia, è descritto dalla fonte come un setup “primitivo”, che consente di stabilire quali  linee di comunicazione sono da attivare per un blocco di un escalation, se necessario, anche se nessuna delle due parti richiede l’autorizzazione dagli altri per le sue attività d’aria nella regione.

In ogni potenziale conflitto sul fronte settentrionale, l’obiettivo sarà quello di “attivare il database di obiettivi che sono rilevanti.

Questo è ciò che ci stiamo preparando fare durante queste esercitazioni “, ha detto la fonte.

I preparativi comprendono anche il trattare con sofisticati sistemi di fabbricazione russa che utilizza missili terra-aria sul fronte settentrionale che potrebbero abbattere i velivoli IAF.

Gli Hezbollah hanno potuto anche colpire le basi aeree israeliane con il suo crescente numero di missili e razzi a guida GPS.

“Io vivo sul presupposto che non avrò difese aeree per la nostra base, anche se so che noi le abbiamo. L’aviazione ci proteggerà [da proiettili a guida GPS del Nord] “, ha detto la fonte.

“Sappiamo come affrontare queste minacce”, ha detto, pur riconoscendo che “la facilità con cui siamo in grado di sorvolare il territorio nemico sta cambiando [in peggio].”

L’IAF ha pianificato modi per volare attraverso l’area  controllata dal nemico con accesso negato  che il nemico sta cercando di creare sul fronte settentrionale con batterie di missili di fabbricazione russa.

“Pensiamo che possiamo affrontare quello che sappiamo esista. Possiamo anche colpire da ogni sorta di distanza “, ha detto la fonte, riferendosi alle munizioni a lungo raggio che consentano ai jet di colpire i bersagli a terra stando fuori dalla portata delle batterie di missili del nemico. Tuttavia, ha detto, la IAF non intende rifuggire dal volare direttamente sopra il fronte settentrionale, se necessario, per fornire supporto aereo ravvicinato a tutte le forze di terra. “Quando [la forza di terra] lotta a terra, i nostri aerei, elicotteri, droni saranno con loro”, ha detto la fonte.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.