Google Nega la Censura Online con Israele

0
1520

Google ha negato tutte le accuse per quanto riguarda il controllo o censura di quei video di YouTube che sono fatti per incitare gli attacchi contro Israele – Google sostiene i loro ultimi incontri erano di routine e non ha avuto tali accordi.

Anche se la dichiarazione dal ministero degli esteri israeliano della scorsa settimana ha detto che i dirigenti della Google avevano concordato l’introduzione di un meccanismo per monitorare tutte le attività su YouTube che sono in relazione o volte ad incoraggiare gli attacchi contro Israele, il portavoce di Google ha detto che la dichiarazione è stata un errore dicendo che :

“Il Ministero degli Esteri israeliano ha corretto il suo annuncio originale, ove riportava per erroreche c’era stato un accordo con Google per stabilire un meccanismo volto a monitorare i materiali online”, ha detto il portavoce.

Il Governo israeliano è molto felice dei risultati delle riunioni, infatti confidano che Google controllerà tutto il materiale “pericoloso” per la loro regione, ifnfatti c’è stato un commento:

“Estremamente grato per i buoni rapporti con Google, il nostro obiettivo comune è quello di rimuovere l’incitamento pericoloso alla violenza sui social media e abbiamo piena fiducia nelle squadre di Google che si occupano di questa rimozione.”, Ha detto il portavoce del governo.

In ultimo due mesi più di 100 palestinesi e 17 israeliani sono stati uccisi in episodi di accoltellamento, colpi di armi da fuoco e speronamenti da auto .
Il governo israeliano ritiene che i messaggi on-line che incitano la gente a diventare violenti sono la colpa per questi omicidi.

Nel 2013, Google ha acquistato una start-up “Waze” in Israele per $ 1 miliardo e all’inizio di quest’anno, Waze e Google hanno iniziato un servizio che collegava i passeggeri con un navigatore dotato di percorsi simili.
Waze fornisce anche i dati al governo in relazione al servizio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.