Hacker violazione Server Banca UAE , Richiesti $ 3mln in riscatto

0
1509

Ad una banca di investimenti della  Sharjah è stato chiesto un riscatto da un hacker che ha violato il database della banca e ha minacciato la banca che se il riscatto non viene pagato tutte le informazioni sul database sarebbero trapelato on-line.

Il nome dell’hacker che ha violato nel database della banca è “Huba”.
Dopo aver rubato i dati, l’hacker ha inviato un’email alla gestione della banca per richiedere un riscatto di 3 milionidi $.
Al fine di mantenere la propria identità privata, ha chiesto il denaro sotto forma di bitcoin.

Le autorità della Banca hanno declinato la richiesta del dell’hacker e si sono messe in contatto con le autorità di contrasto , lo riferisce il Gulf News.

In risposta, l’hacker arrabbiato ha iniziato a rivelare i dati trapelati in piccoli lotti su un account twitter, a partire dal 18 novembre.
Le autorità della Banca sono venute a sapere di queste fughe di notizie 5 giorni dopo che gli hacker hanno postatoil tutto sul Twitter ed hanno immediatamente segnalato questo al supporto Twitter.

L’account dell’hacker è stato appena sospeso da Twitter. Ma, questo non lo ferma; ha creato un altro account nello stesso giorno ed ha inviato i dati di altri 500 clienti della banca.

Inoltre, l’hacker ha iniziato ad inviare email ed SMS ai clienti le cui informazioni  erano trapelate e ha iniziato a chiedere  il riscatto a loro.
Ma la bancanon ha pagato il riscatto all’hacker.

Gli investigatori non sono stati in grado di identificare la posizione del hacker,  i tweets sembra che provengano dell’ Indonesia, il geo-localizzatore di Twitter punta una posizione da qualche parte in Ungheria ed i messaggi SMS stanno indicando una posizione da qualche parte nel Regno Unito .

È interessante notare che,l’ hacker, ha contattato il giornalista GulfNews Mazhar Farooqui e gli ha offerto 5 per cento della taglia del riscatto, in cambio a Farooqi è stato chiesto di non pubblicare il rapporto.

“Ti do il 5% dal totale ottenuto.Ci sono molte banche negli Emirati Arabi Uniti, Qatar, KSA ed ecc lavoreranno insieme “, ha detto Hacker Buba.
Gli Emirati Arabi Uniti sono un bersaglio attraente per gli hacker, pur avendo delle leggi per il cybercrime molto dure ed il numero di frodi on-line in aumento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.