Arabia Saudita: niente sala cinematografica

0
2100

Le autorità saudite hanno confermato che non hanno nessuna intenzione di permettere la costruzione di sale cinematografiche nel Paese.

Malgrado il tanto decantato processo di liberalizzazione ed avvicinamento al mondo Occidentale, almeno per quello che riguarda lo sviluppo dei rapporti commerciali e l’entrata in politica delle donne, le autorità non ritengono opportuno “tentare” oltremodo la popolazione.

Le spinte delle classi politiche e religiose più conservative non intendono inquinare la coscienza dei loro sudditi con scene…. poco attinenti alla loro “cultura”, anche se poi la TV satellitare offre migliaia di canali di ogni genere ed esigenza…anche sessuale… ma occhio non vede e cuore non duole… continuiamo con l’ipocrisia sociale.

Questa conferma arriva dopo che il Comitato incaricato del cinema in Arabia Saudita aveva annunciato la firma di un accordo preliminare con diversi uomini d’affari per la costruzione della prima sala cinematografica del Paese, secondo quanto dichiarato dal canale televisivo ufficiale Al-Ikhbariya.

Il Presidente di detto comitato, Fahad al Tamimi, aveva precedentemente dichiarato in un’intervista al canale che la sala sarebbe stata costruita nella capitale, Riyadh, e avrebbe funzionato “in conformità con le leggi esistenti che garantiscono il rispetto per i costumi e le tradizioni islamiche”.

Al Tamimi aveva annunciato che gli uomini d’affari impegnati nella costruzione della sala contano su relativi permessi da parte delle autorità.

Tuttavia, l’Agenzia per la Radio e la Televisione saudita ha sottolineato che “tali dichiarazioni (circa la costruzione di un cinema) non appartengono a nessun organismo ufficiale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.