Nuovo paradigma mondiale: Russia, Iran e Cina

0
1804

La cooperazione tra la Russia, l’Iran e la Cina potrebbe segnalare la formazione di un nuovo paradigma mondiale, in grado di ri-definire la situazione globale nel mondo sia a livello politico e strategico; i recenti sviluppi nelle relazioni tra i tre potrebbero essere più significative di quanto molti si rendono conto, secondo un giornalista investigativo americano.

Il giornalista si riferiva alla recente visita di due giorni del presidente cinese Xi Jinping a Teheran e l’esito del suo viaggio.
Xi Jinping è stato il primo leader internazionale ad incontrare il capo dell’Iran, dopo che le restrizioni commerciali sono state rimosse, raggiungendo il magnifico obiettivo di 17 accordi di cooperazione in settori quali l’energia, il commercio e l’industria.
I due paesi hanno inoltre deciso di incrementare il commercio bilaterale più di 10 volte a $ 600 miliardi nel prossimo decennio.
Inoltre, Xi Jinping ha firmato una dichiarazione congiunta con il presidente Hassan Rouhani a sostegno della domanda dell’Iran per la piena adesione alla Shanghai Cooperation Organization (SCO), sostenuta da Russia e Cina.

Teheran si sta adoperando per la piena adesione della SCO gia dal 2008, ma a causa delle sanzioni internazionali non era in grado di ottenere la piena adesione.
Ora, con la fine delle sanzioni, il governo iraniano ha detto che una delle sue priorità sarebbe quella di ottenere piena adesione SCO.
La Russia sta incrementando anche legami con l’Iran dopo è stato raggiunto un accordo nucleare internazionale.
I due paesi hanno firmato un accordo sulla semplificazione delle procedure di viaggio tra i due a partire da febbraio.

Già nel mese di dicembre, il ministro russo del Commercio e dell’Industria Denis Manturov ha detto durante la sua visita a Teheran “la Russia è interessata a un dialogo con l’Iran circa il potenziale di cooperazione nel settore dell’aviazione, la costruzione navale, energia, agricoltura e trasporti, metallurgia, farmaceutica e altre industrie. ”
Carol Gould ha osservato che questo allineamento strategico si basa sul commercio, non sulla forza militare, e segnala sicuramente un passo avanti per una nuova alleanza.
Inoltre, ha sottolineato, che potrebbe essere molto vantaggioso per la Cina.
“La Cina ha bisogno di aiuto, al momento, la sua economia è cresciuta troppo in fretta, i mercati in Europa, negli Stati Uniti, il Regno Unito non hanno una potenza economica tale da assorbire la forza economica della Cina, perché questi paesi hanno molteplici problemi economici”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.