Ecco come hanno hackerato i droni Israeliani… almeno sembra

0
1527

Si è sempre pensato che droni potessero potenzialmente essere manipolati solo in casi eccezionali, ma in realtà, le violazioni sono già avvenute.
Le immagini delle violazioni della sicurezza non erano mai state pubblicate, ma ora …. le cose sono cambiate… è importante che si sappia che la violazione è possibile.

Tuttavia, grazie alla Intercept, questo non è il caso.
La Intercept ha rivelato che gli Stati Uniti tramite la National Security Agency (NSA) lavorando al fianco della British Intelligence Services e Governments Communication Headquarters (GCHQ) hanno in modo sistematico hackerato i droni israeliani da Cipro.

Le rispettive agenzie hanno voluto raccogliere informazioni dettagliate sulle operazioni israeliane a Gaza, in Palestina e in Iran, nonché curiosare sulle capacità dei droni israeliani.

I documenti trapelati che sono stati forniti dal whistle-blower Edward Snowden e riportati dal Intercept dimostrano che sotto l’auspicio del programma ‘Anarchist’ i servizi di intelligence degli Stati Uniti d’America e del Regno Unito hanno raccolto immagini istantanee dai droni israeliani insieme ai dati cartografici dettagliati dei percorsi intrapresi.

Queste immagini dettagliate sono state tutte raccolte tra il 2009 e il 2010, anche se The Intercept ha osservato che il report dell’Intelligence di GCHQ e NSA si sono estese prima e al di là di queste date (2008-2012) come riportato dal JPost.

Qui ci sono le immagini di droni israeliani violati :

Il 28 gennaio del 2010, gli analisti GCHQ su Cipro catturato sei minuti di video da quello che sembra essere un Heron TP, un drone gigante prodotto dalla statale Israel Aerospace Industries (IAI).

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like

Questa è un’altra immagine tratta da un airone TP, intercettate il 9 febbraio 2010. The Heron TP o Eitan (che significa “forte” o “fermi”) ha un apertura alare di 85 piedi, in grado di trasportare un carico di 1 tonnellata, e possono volare ad alta quota fino a 36 ore. E ‘stata descritta dalla stampa come “il drone che può raggiungere l’Iran.”

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-12

Questa istantanea da un video lungo 14 secondi in data 13 Luglio 2009, è stato registrato al 4:51 del mattino, e mostra quello che sembra essere un Aerostar Tactical UAV che sta volando a bassa quota.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-11

Un’altra fotografia mostra quello che sembra essere il carrello di atterraggio di un drone. Sweetman, di Aviation Week, ha suggerito che era un Aerostar Tactical UAV.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-10

Anarchist ha anche monitorato la posizione dei droni. Questa mappa mostra i dati di movimento raccolti il 24 giugno 2009 da un drone israeliano di un tipo non specificato. Diverse località sono registrate, tra cui uno a nord di Nablus, una città in Cisgiordania, e un altro più lontano sud-ovest in Cisgiordania

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-9

L’immagine proviene da una presentazione di PowerPoint e mostra un video ancora da un drone Ababil III di fabbricazione iraniana mentre vola fuori della Siria occidentale. Il segnale è stato catturato dagli analisti di Anarchist e registrato il 11 marzo, 2012.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-8

Questa immagine è da un bollettino del marzo 2008 interno alla NSA mentre celebrail successo della cattura di un video dalla cabina di pilotaggio di un jet israeliano F-16 nel corso dei disordini nella Striscia di Gaza. La newsletter descrive un “video lungo 14 secondi” catturato il 3 gennaio 2008, che “ha mostrato un ‘linea ininterrotta’ che attraversa il display di mira, che indica che l’obiettivo monitorata era a terra”. Lo stesso giorno, attacchi aerei israeliani e bombardamenti di carri armati hanno ucciso nove persone a Gaza.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-7

Questa immagine sfocata è stato registrato il 25 agosto 2009, lo stesso giorno che le agenzie di stampa hanno riferito che l’esercito israeliano ha bombardato un tunnel di trafficanti di Gaza, uccidendo tre palestinesi. Secondo un documento di Anarchist, il segnale era “troppo povero per poterlo nelaborare” ulteriormente.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-6

Questa immagine è stata intercettata la mattina del 7 gennaio 2010. In base ai contrassegni di visualizzazione, come il quadrante nell’angolo superiore destro, che sembra provenire da un drone dalla Società Aeronautica. (Questo video mostra una vista simile.) L’immagine indica che questo modello è stato equipaggiato con Forward-Looking Infrared (FLIR) fotocamera.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-5

Si tratta di un IAI Searcher Mk III, secondo Sweetman. Il Searcher è stato sviluppato nel 1980, ma è ancora utilizzato dalle Forze di Difesa israeliane e da un certo numero di altri paesi.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-4

Questa istantanea di un video lungo 14-secondi in data 13 Luglio 2009, è stato registrato al 4:51 del mattino, e mostra quello che sembra essere un Aerostar Tactical UAV mentre sta volando a bassa quota.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-3

Questo è un altra foto di un Heron TP da una registrazione catturato il 9 giugno 2010. Non vi è alcun missile visibile montato o altro carico utile, ma il drone sembra trasportare una modifica, che Sweetman chiamato “ventral pannier ”
Altre foto disponibili mostrano vani portaoggetti simili sotto lo scafo principale.

this-is-how-hacked-israeli-drone-feeds-look-like-2

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.