‘Aria di guerra fredda’: Pechino dice che non giocherà un ruolo nel film in stile hollywoodiano diretto da militari degli Stati Uniti

0
1469

‘Aria di guerra fredda’: Pechino dice che non giocherà un ruolo nel film in stile hollywoodiano diretto da militari degli Stati Uniti

Pechino ha accusato il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Ashton Carter di avere una mentalità da guerra fredda, in seguito alla sua dichiarazione che la Cina rischia di creare una “Grande Muraglia di auto-isolamento” sulle sue azioni nel Mar Cinese Meridionale.
Parlando ad una conferenza stampa quotidiana il Lunedi, ministero degli Esteri cinese portavoce Hua Chunying ha detto osservazioni del carter “messo a nudo il pensiero stereotipo degli Stati Uniti.”

“Infatti, ci sono alcuni negli Stati Uniti che vivono fisicamente nel 21 ° secolo, ma le cui menti sono bloccati nel periodo della Guerra Fredda”, ha detto, come citato da AP.

“La Cina non ha alcun interesse in qualsiasi forma di guerra fredda, né siamo interessati a giocare un ruolo in un film di Hollywood scritto e diretto da alcuni funzionari militari statunitensi. Tuttavia, la Cina non ha paura di contrastare eventuali azioni che minacciano e minano la sovranità e la sicurezza della Cina “, ha continuato Hua.

Le osservazioni sono arrivate solo pochi giorni dopo che il segretario della Difesa Ashton Carter ha detto che la Cina rischia di creare una “Grande Muraglia di auto-isolamento”, attraverso la sua espansione militare nel Mar Cinese Meridionale.

“Le azioni della Cina potrebbero erigere un grande muro di auto-isolamento”, ha detto Carter al corso di laurea degli ufficiali presso l’US Naval Academy di Annapolis, Maryland, il Venerdì.

Carter ha poi affermato che gli Stati Uniti continuano ad essere preoccupati per le azioni di Pechino nel contestato Mar Cinese Meridionale, dove ha rivendicato quasi tutta la regione.

“Le azioni della Cina (nel Mar Cinese Meridionale) sfidano i principi fondamentali, e non possiamo guardare dall’altra parte”, ha detto Carter.

Rispondendo direttamente a tali dichiarazioni, Hua ha detto che le osservazioni avevano lo scopo di fornire la copertura per i piani di Washington di dispiegare forze militari aggiuntive per la regione Asia-Pacifico.

Le dichiarazioni di Carter era l’ultimo di una serie di osservazioni critiche da parte di Washington per quanto riguarda il comportamento di Pechino nel Mar Cinese Meridionale.

Le tensioni tra i due paesi sono stati rafforzati proprio la settimana scorsa, quando gli Stati Uniti sollevato un embargo sulle armi Vietnam – una mossa che il China Daily ha detto che ha lo scopo di “frenare l’ascesa della Cina.”

Nonostante la Cina abbia ripetutamente avvertimento gli Stati Uniti di non interferire nella regione, gli Stati Uniti hanno condotto numerose escursioni con navi da guerra nelle acque contese, e ha effettuato numerose missioni di sorveglianza su tutta l’area.
Washington ha anche promesso di ignorare la Air Defense Identification Zone di Pechino (ADIZ) per lo svolgimento di missioni militari nella zona.

Pechino rivendica quasi tutto il Mar Cinese Meridionale, nonostante le contrastanti affermazioni parziali dal Brunei, Malesia, Vietnam, Taiwan e le Filippine.
I report sulle zone contese indicano che la Cina ha costruito installazioni militari, piste e lanciamissili, sulle isole bonificate.
Il Giappone ha anche una controversia con Pechino sulla proprietà delle isole Senkaku nel Mar Cinese orientale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.