Le diete ricche di gomma di guar limitano l’infiammazione e ritardano l’insorgenza della sclerosi multipla

0
68

Secondo una nuova ricerca condotta dai membri del dipartimento di microbiologia e immunologia dell’Università della British Columbia (UBC), le diete ricche di gomma di guar, un comune additivo alimentare e fibra alimentare, hanno limitato l’infiammazione e ritardato l’insorgenza dei sintomi della sclerosi multipla (SM) nei topi.

“Il rapido aumento di malattie autoimmuni e infiammatorie nei paesi industrializzati negli ultimi decenni indica che le scelte dietetiche sono un fattore ambientale che contribuisce all’incidenza”, ha affermato la dott.ssa Lisa Osborne, ricercatrice senior dello studio e assistente professore di microbiologia e immunologia dell’UBC.

“Le fibre alimentari sono potenti modulatori delle risposte immunitarie e possono controllare l’infiammazione in molteplici malattie, ma sono una famiglia molto biochimicamente diversificata. Il nostro studio ci offre una finestra più chiara sul potenziale di diverse fonti di fibre nel mantenimento della salute immunitaria”.

Il dottor Osborne e colleghi hanno esposto gruppi di topi a una varietà di diete: una dieta di controllo con il 5% di fibre di cellulosa, una dieta completamente priva di fibre alimentari o diete arricchite (30%) con fibre in amido resistente, inulina, pectina o gomma di Guar. Quar gum era l’unico tipo di fibra che limitava significativamente i sintomi simili alla SM.

La gomma di guar – guaran – viene estratta dai fagioli di guar e viene spesso utilizzata come additivo per addensare e stabilizzare alimenti e mangimi per animali e in applicazioni industriali. India e Pakistan sono i principali coltivatori del fagiolo.

“I fagioli di guar non sono così comuni nelle diete occidentali e la gomma non viene utilizzata a questi livelli elevati come additivo in occidente”, afferma Naomi Fettig, prima autrice dello studio e studentessa di dottorato presso il Dipartimento di microbiologia e Immunologia all’UBC.

“Gli esperti hanno costantemente affermato che la fibra fa bene – e una varietà di fonti di fibre è importante per la salute immunitaria – ma non c’è stato un lavoro molto critico nell’identificare come il corpo risponde ai diversi tipi di fibre. È affascinante che questa particolare fonte abbia un tale impatto”.

Negli Stati Uniti e in Canada, l’assunzione media giornaliera di fibre è di 15 grammi: le attuali raccomandazioni sono il doppio rispetto a 30 grammi. I valori consigliati non tengono conto di nessun tipo specifico di fibra.

“L’incorporazione dei fagioli di guar potrebbe essere difficile da raggiungere alle dosi che abbiamo somministrato ai topi”, afferma il dottor Osborne. “Ma un derivato della gomma di guar, la gomma di guar parzialmente idrolizzata, è disponibile in commercio come prebiotico”.

Dopo che la gomma è stata scomposta dal microbiota dei topi, le molecole risultanti sembravano ridurre l’attività e la proliferazione di un tipo di cellule T CD4+, le cellule Th1, che svolgono un ruolo chiave nell’attivazione della risposta autoimmune. È quella risposta che porta a sintomi simili alla SM nei topi.

Gli effetti della fibra sulle cellule Th1 sono rimasti in gran parte sconosciuti prima di questo studio e questi risultati suggeriscono che le differenze biochimiche nelle strutture delle fibre possono influenzare diversi percorsi immunitari.

La dottoressa Osborne e il suo laboratorio ora vogliono esplorare i potenziali benefici negli esseri umani, incluso lo sviluppo di una comprensione più dettagliata del quadro molecolare, che potrebbe aiutare a progettare terapie che offrano i benefici di diete così ricche di gomma di guar in una forma più pratica.


Le manifestazioni specifiche della dislipidemia erano correlate ad un aumento di TC, LDL-C e TG e alla diminuzione di HDL-C. In molti paesi, il grado di variazione dei lipidi nel sangue è classificato come indicatore per lo screening dello stato di salute dei lipidi nel sangue (Jacobson et al., 2015, Catapano et al., 2017, Teramoto et al., 2013).

I livelli lipidici sono un indicatore diagnostico per molte malattie croniche come il diabete e le malattie cardiovascolari (Ofori et al., 2018, Hazavehei et al., 2016). Età, sesso, dieta e stile di vita possono avere un impatto sui livelli di lipidi nel sangue (Xi et al., 2020). Pertanto, l’eziologia complicata e lo sviluppo di malattie successive rendono la dislipidemia una preoccupazione.

Si ritiene che la fibra solubile svolga un ruolo nell’abbassamento dei livelli di lipidi nel sangue a causa della sua solubilità, alta viscosità e fermentabilità (Surampudi, Enkhmaa, Anuurad e Berglund, 2016). Tuttavia, non vi è ancora una chiara conclusione sull’effetto della gomma di guar, che è riconosciuta come fibra alimentare solubile, sui livelli di lipidi nel sangue.

La gomma di guar è ​​una specie di galattomannano naturale estratto dall’endosperma dei semi di guar, prodotti principalmente in India e Pakistan. L’Agricultural and Processed Food Products Export Development Authority (APEDA) ha annunciato che l’India ha esportato 381.880 tonnellate (MT, 1 MT = 1000 kg) di gomma di guar per un valore di 456,96 milioni di dollari USA tra il 2019 e il 2020, pari al 45,11% del le esportazioni globali. Il grado medio di polimerizzazione della gomma di guar può arrivare fino a 3295 e può migliorare l’ambiente della microflora intestinale attraverso la fermentazione (Linetzky Waitzberg et al., 2012, Mudgil et al., 2012, Yasukawa et al., 2019). La gomma di guar è ​​spesso usata come additivo alimentare per emulsionare, addensare e solidificare alimenti trasformati, come prodotti da forno, cereali per la colazione e latticini, per la sua ricca fibra alimentare e l’eccezionale viscosità (Mortensen et al., 2017). Negli ultimi anni, gli studi hanno dimostrato la fattibilità della gomma di guar come sostituto del grasso, fornendo una buona opzione per chi è a dieta (Goswami et al., 2019, Rather et al., 2017).

Tuttavia, a causa della diversità dei metodi di ricerca e delle dimensioni del campione, molti studi sull’effetto della gomma di guar sui lipidi nel sangue sono diversi in termini di qualità e risultati. Uno studio sui diabetici ha scoperto che l’intervento di gomma di guar nella dieta per 48 settimane ha ridotto significativamente le concentrazioni di TC e LDL-C nei pazienti (Groop, Aro, Stenman e Groop, 1993). Tuttavia, un RCT di 6 mesi ha mostrato che, oltre ad abbassare il livello di LDL-C negli uomini, la gomma di guar non alterava i profili lipidici nei pazienti diabetici rispetto ai controlli (McIvor et al., 1986). Le conclusioni sono incerte anche negli studi con soggetti con diverse condizioni di salute, come l’ipercolesterolemia o persone generalmente sane (Landin et al., 1992, Simons et al., 1982, Tuomilehto et al., 1980).

La prevenzione della dislipidemia e la riduzione dei fattori di rischio per le malattie croniche sono fondamentali per la salute delle persone oggi. In questo studio, abbiamo esaminato e valutato la qualità degli studi sulla gomma di guar e condotto una meta-analisi per fornire prove più forti a sostegno del vero effetto della gomma di guar sui lipidi nel sangue.

link di riferimento: https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1756464621002541


link di riferimento: Ricerca originale:  Accesso aperto.
” L’inibizione dell’attivazione e della differenziazione di Th1 da parte della gomma di guar alimentare migliora l’encefalomielite autoimmune sperimentale ” di Lisa Osborne et al. Rapporti cellulari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.