Bombardieri russi Tu-160, Tu-95MS Vanno Verso il Battesimo del Fuoco in Siria

0
2192

La Russia ha intensificato i suoi sforzi anti-terrorismo in Siria portando nelle Tupolev Tu-95 (Bear) e Tupolev Tu-160 (Blackjack) bombardieri strategici, così come Tupolev Tu-22 (Blinder) bombardiere medio.
Martedì scorso, l’aereo ha colpito obiettivi ISIL per la prima volta da quando Mosca ha lanciato la sua campagna aerea a fine settembre.

Questo segna un momento davvero storico per l’Aeronautica russa.
Ora, l’orso e il Blackjack hanno preso parte a una battaglia reale per la prima volta nella loro storia.
L’aereo ha lanciato un totale di 34 missili da crociera  nell’aria distruggendo 13 obiettivi chiave, funzionari della difesa russo lo ha detto il presidente Vladimir Putin.
Tra questi “posti di comando che sono stati utilizzati per coordinare le attività ISIL nelle province di Idlib e Aleppo, munizioni e  depositi nella parte nord-occidentale della Siria”, ha osservato il capo del personale generale russo Valery Gen. Gerasimov.
Il senatore russo Franz Klintsevich sostiene che una strategia più vigorosa in Siria potrebbe portare un cambiamento positivo per il Medio Oriente.
Mosca, secondo il senatore, sta già facendo la sua parte. La Russia ha schierato l’aviazione strategica e aggiungerà aerei aggiuntivi alla sua flotta impegnata nella campagna antiterrorismo in Siria.

In precedenza, Gerasimov ha confermato che le forze russe in Siria saranno rafforzate con 37 velivoli avanzati, tra cui otto aerei da combattimento Su-34(Fullback) e quattro Su-27 jet da combattimento.
“Se la coalizione guidata dagli Usa combatte contro i terroristi nel modo più efficiente [come noi], la situazione in Medio Oriente potrebbe cambiare radicalmente”, ha detto ai giornalisti.
“Al momento, gli Stati Uniti non sembrano essere pronti a fare questo. Allo stesso tempo, è diventato sempre più difficile per Washington spiegare perché non vuole collaborare con la Russia”, ha aggiunto.
Mercoledì scorso, il Consiglio della Federazione, alla camera alta del parlamento russo, si prevede di passare un decreto per sottolineare che la minaccia comune a tutta l’umanità poteva essere affrontata solo attraverso gli sforzi congiunti di tutti i paesi.

Russian air strikes against Islamic State militants in Syria

La Russia è determinata a continuare la sua campagna aerea in Siria, lanciando attacchi aerei di massa contro i militanti.
Dall’inizio della campagna aerea, le forze aerospaziali russe hanno effettuato circa 1.800 sortite, distruggendo circa 2.700 obiettivi terroristici, secondo lo Stato Maggiore.
Diverse centinaia di militanti sono stati uccisi, decine di centri di comando e depositi sono state distrutte.
L’operazione è stata lanciata il 30 settembre a seguito di una richiesta formale da parte del governo di Bashar al-Assad.
Gli sforzi antiterrorismo a guida Usa non sono stati autorizzati da Damasco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.