Hackerato Portale Ufficiale Web della Guida Suprema dell’Iran Ruhollah Khomeini

0
1261

IL PORTALE UFFICIALE del fondatore e prima Guida Suprema dell’Iran Ruhollah Khomeini è stato violato dagli hacker Sauditi
Mentre le tensioni tra l’Iran e l’Arabia Saudita stanno raggiungendo nuove vette, gli hacker prendono di mira l’infrastruttura informatica su entrambi i lati.
Questo è quello che è successo poche ore fa, quando un hacker saudita con il nick Crazy-3r3r ha hackerato e deturpato il blog ufficiale del portale web di Khomeini.

L’hacker ha lasciato un’immagine deturpata che mostra un jet da combattimento saudita mentre sta portando il leader iraniano nel becco d’aquila.
L’immagine è stata originariamente pubblicata nel 2015 da un giornale saudita ma Crazy-3r3r ha pensato di usarla ora viste le evidenti situazioni di tensione tra i due paesi dopo l’esecuzione del noto esponente religioso sciita sceicco Nimr Baqir al-Nimr.

official-web-portal-of-supreme-leader-of-iran-ruhollah-khomeini

Un’anteprima completa della pagina deturpara è disponibile sotto:

http://blog.imam-khomeini.ir/index.aspx
http://zone-h.com/mirror/id/25504002

La tensione tra l’Arabia Saudita e l’Iran è aumentata dopo l’esecuzione di 47 manifestanti accusati di terrorismo, tra cui un condannato leader di al Qaeda Faris al-Zahrani e lo sciita leader religioso Nimr al-Nimr.
Da allora i rapporti tra i due paesi sono stati tese.

L’Arabia Saudita prevede inoltre di crocifiggere Mohammed al-Nimr che è stato arrestato con l’accusa di coinvolgimento in presunte attività anti-governative, quando aveva 17 anni di età.
La decisione di crocifiggere Mohammed al-Nimr ha indotto una forte risposta da parte del gruppo di hacktivistico anonimo quando varie importanti siti web del governo saudita sono stati hackerati in segno di protesta per la decisione.

Al momento della pubblicazione di questo articolo, il blog di Ruhollah Khomeini era ancora violato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.