Nuova generazione Jammer strategici aprono la nuova era degli attacchi elettronici

0
1736
The Next generation Jammer is developed in three increments, the first will target the mid-band, the second will cover the low band and third – the high band.

La marina americana è entrata nella fase finale di sviluppo della nuova generazione del Jammer (NGJ) che sostituirà l’ ALQ-99, che è stata in uso dai tempi della guerra del Vietnam.
Il nuovo dispositivo elettronico è stato creato per come pod di attacco ed è dotato di un sistema avanzatissimo di elettronica di attacco sviluppato da Raytheon, ed unisce le tecniche ad alta potenza, agilità, fascio-jamming con elettronica d’avanguardia, allo stato solido.

All’inizio di questo mese la Marina ha assegnato alla Raytheon Company un unico contratto del valore di un miliardo di US $ per l’ingegnerizzazione, la produzione e lo sviluppo (EMD) del sistema NGJ.
In base al contratto Raytheon consegnerà 15 sistemi completi per il test e 14 sistemi aeromeccanici da utilizzare per la certificazione di aeronavigabilità, test di funzionalità, l’integrazione con altri sistemi, e il trasporto sul velivolo host.

Il contratto NGJ è stato assegnato nel secondo trimestre ed annunciato il 13 aprile.

Il NGJ Critical Design Review è prevista per l’inizio e la metà-2017. Il nuovo pod entrerà in servizio erso le 2020 e messo in campo con l’F / A-18G Growlers della US Navy.
La marina prevede di acquisire 138 set pod attraverso il programma di sviluppo.
Il Mid e High band pods saranno identici, mentre la versione con due nuove bande ‘Low Band’ sarà composto da una unità più grande, l’unità centrale monta aperture più grandi e emettitori di movimentazione con segnali a bassa frequenza.

Il Tactical Sistema Jamming AN / ALQ-99 è attualmente integrato sul EA-18G Growler ed i velivoli EA-6B Prowler gestito dalla US Navy e Marine Corps.
Entrambi i velivoli sono attualmente in servizio, ma solo l’F / A-18G dovrebbe essere in servizio oltre la metà del 2020.
Pertanto, il nuovo contenitore è sviluppato esclusivamente per il Growler.

Mentre l’ ALQ-99 è stato integrato su EA-6B, EF-111 e F / A-18G, il pod Jammer di nuova generazione è progettato esclusivamente per l’F / A-18G Growler.

While the ALQ-99 was integrated on EA-6B, EF-111 and F/A-18G, the Next Generation Jammer pod is designed exclusively for the F/A-18G Growler. Photo: Raytheon

Mentre l’ ALQ-99 è stato integrato su EA-6B, EF-111 e F / A-18G, il pod Jammer di nuova generazione è progettato esclusivamente per l’F / A-18G Growler.

Tali contenitori sono spesso utilizzare con più antenne AESA poste di frontalmente ed indietro, così da coprire un emisfero di 360 gradi.

La nuova generazione di Jammer è sviluppata in tre differenti tipologie, la prima ha per obiettivo il mid-band, il secondo riguarderà la banda bassa e la terza – la banda alta.

Anche se il NGJ coprirà le stesse frequenze è stato migliorato per affrontare le attuali minacce… sempre più avanzate , così come il crescente numero di minacce.

NGJ avrà la potenza necessaria e le tecniche digitali per contrastare i sistemi di ricerca sempre più avanzati e sofisticati utilizzati dagli avversari nella guerra elettronica, la sorveglianza ed il targeting-radar oltre ai sistemi di comunicazione.
La marina si aspetta di mettere in campo il nuovo pod entro il 2019, con capacità operativa iniziale previsto entro il 2021.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.