Robot Killer : il ritardo delle Nazioni Unite può portare alla fine del mondo

0
1655

Le Nazioni Unite hanno lanciato un’ammonizione preoccupante relativa alle armi intelligenti autonome.
Si cerca di vietare la produzione e l’utilizzo dei robot killer.
In occasione della riunione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, è stato dichiarato che tutte le preoccupazioni che un robot terminator possa entrare in funzione nel prossimo futuro sono del tutto aleatorie, lo ha riferito il Guardian.

L’industria della robotica vale un incredibile $ 30.000.000.000  in tutto il mondo e sta crescendo in modo esponenziale.
Ciò rappresenta una sfida per gli scienziati nella produzione  e controllo di tali tecnologie prima che divengano incontrollabili – e forse senzienti e di auto-replicanti.

Ciò ha sollevato la preoccupazione di Christof Heyns, relatore speciale delle Nazioni Unite sulle esecuzioni extragiudiziali, sommarie o arbitrarie.

“Vi è infatti il pericolo ora che [il processo] possa bloccarsi”, lo ha detto Heyns della Convenzione delle Nazioni Unite sulle armi convenzionali.
“Un sacco di soldi stanno affluendo nello sviluppo e la gente vorrà un ritorno sul loro investimento e se non ci sarà un divieto preventivo contro le armi autonome di alto livello quindi una volta che il genio è uscito dalla bottiglia sarà estremamente difficile da ottenere nuovamente. ”
Armi completamente autonome non sono ancora in uso , ma gli sviluppatori si stanno avvicinando con precursori letali semi-autonomi.
La Corea del Sud ha sviluppato un robot simile, il Sentry SGR-1, che pattuglia la zona demilitarizzata con la Repubblica democratica popolare di [Nord] Corea.
Questo robot ha la capacità di rilevare intrusi fino a due miglia di distanza con una varietà di sensori.
Israele sta implementando torrette mitragliatrici lungo il confine con la Striscia di Gaza per identificazione automatica di persone  – dicono che il bersaglio sono gli infiltrati terroristici.

Il  jet da combattimento del Regno Unito ‘Taranis’ è in grado di volare da solo e cercare e identificare le persone considerate nemici.
Con la tecnologia militari che promuove una “Internet delle cose” globale e “dispositivi intelligenti”, la paura è che può essere solo una questione di tempo prima che gli esseri umani perdono il controllo della tecnologia che hanno creato.

Sta acquistando slancio una campagna globale, compresi i rappresentanti del mondo accademico e tutto il settore della robotica, di vietare preventivamente armi autonome,  tra cui una recente lettera firmata da oltre 1000 ricercatori nel campo dell’intelligenza artificiale.

Hanno anche avvertito che le armi autonome avrebbero abbassato le soglie della battaglia, tradotto = in una maggiore perdita di vite umane, e inaugurazione di un futuro di ancora più guerra.

Gli Stati Uniti e Regno Unito stanno cercando di non applicare l’accordo  alla tecnologia esistente, a favore di un divieto che include solo le tecnologie emergenti.

“La Cina ha voluto discutere  sul significato di ‘esistenti e le tecnologie emergenti’, ma  gli Stati Uniti e il Regno Unito hano dichiarato che si tratta solo di tecnologie emergenti”- lo hariportato Noel Sharkey, co-fondatore del Comitato Internazionale per  il  controllo degli armamenti Robot e professore di robotica e intelligenza artificiale presso l’Università di Sheffield.

“Il Regno Unito e gli Stati Uniti stanno entrambi insistendo che tali accordi riguardino solo le tecnologie  emergenti perchè temono che … vorremo vietare alcune delle loro armi difensive attuali  come la Falange o il Iron Dome.

Sharkey ha ripetutamente sottolineato che un robot senziente con autonomia di  decisioni per uccidere è moralmente sbagliato.
“Non dobbiamo delegare la decisione di uccidere ad una macchina, punto e basta”
C’è poi un problema essenziale : come possono, questi robot,  essere  in grado di discriminare tra obiettivi civili e militari, non esiste un software che possa farlo.

La preoccupazione è che soggetti come il governo degli Stati Uniti continuino a parlare per ottenere un vantaggio militare.

Così si parla di utilizzo di grandi numeri – di sciami – di robot “

C’è molto sostegno all’interno delle alte sfere delle Nazioni Unite per le restrizioni alle  armi letali autonome.
Ogni decisione è di sicuro contro i produttori di armi, ma Heyns dice che  l’ONU deve essere coinvolto nel fare in modo che il divieto venga attuato in tempo utile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.